AEA: PASSEGGERI IN CALO IN EUROPA

Crollo di passeggeri in Europa nel 2008. I passeggeri complessivamente trasportati sono stati 366 milioni, 5,4 in meno rispetto al 2007. Lo dice l’AEA, l’associazione dei vettori europei che ha pubblicato i dati dei propri iscritti. Situazione più difficile nel segmento dei voli domestici che nell’ anno ha segnato un -7,4%. Ancora più drammatico il mese di dicembre che ha toccato, sulle tratte domestiche un -16,0% rispetto allo stesso mese dell’ anno precedente. Unico dato positivo quello in termini di passeggeri-chilometro, dove l’anno passato ha visto un leggero incremento dell’ 1,2%.Insomma, i passeggeri calano, ma quelli che viaggiano lo fanno prevalentemente sul lungo raggio. Una conferma del fatto che le rotte più toccate dalla crisi sono quelle a corto raggio. In questo scenario le compagnie corrono ai ripari riducendo la capacità, cosa che hanno fatto 19 membri dell’ associazione, otto dei quali superando un taglio del 10%. Nel generale calo di traffico in controtendenza l’ est Europa con un incremento del 6,3% contro una media europea del -3,5%. Ancora più dolenti le note per il cargo che nel’ anno segna un -21,4%.«Non abbiamo motivi per supporre che siamo alla fine del ciclo negativo» ha evidenziato con preoccupazione il segretario generale dell’ AEA, Ulrich Schulte-Strathaus.

(M.Landi - www.dedalonews.com)

Articolo scritto da JT8D il 18 Feb 2009 alle 8:38 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus