PARLAMENTO EUROPEO APPROVA DUE REGOLAMENTI SUL “CIELO UNICO EUROPEO”

Il Parlamento Europeo ha approvato il Single European Sky, il “cielo unico” attraverso il quale l’UE intende raddoppiare il previsto raddoppio dei voli nel prossimo decennio. La schiacciante maggioranza - 614 a favore, appena 47 contro - conferma l’ottimismo espresso pochi giorni fa dal commissario europeo ai Trasporti Antonio Tajani al salone Sat Expo Europe.Un secondo vantaggio dovrebbe essere la riduzione dell’impatto ambientale, stimato in 16 milioni di tonnellate di CO2. Per farlo entro tre anni gli attuali spazi aerei nazionali dovranno essere sostituiti da “blocchi funzionali” transnazionali posti sotto la vigilanza di un Alto Rappresentante politico nominato dalla Commissione Europea. La ristrutturazione dello spazio aereo comunitario sarà finanziata con i fondi per le reti transeuropee, la Banca Europea degli Investimenti e il controverso piano di vendita delle emissioni inquinanti. Sotto il profilo tecnico i vari enti nazionali per il controllo del traffico aereo saranno spinti ad una «più intensa collaborazione» da cui ci si attendono sinergie e prestazioni migliori.È passato con 662 voti favorevoli, 20 contrari e 11 astenuti l’altro regolamento su aeroporti, gestione del traffico aereo e voli interni: un’ampia sfera che sarà regolata dall’Agenzia Europea per Sicurezza Aerea (EASA) la cui competenza viene estesa a tutti gli aeroporti aperti al pubblico e che operano servizi commerciali. Restano esclusi gli aeroporti civili con piste inferiori agli 800 metri e - su richiesta dei singoli stati - quelli con traffico inferiore a 10.000 passeggeri annui, nonché naturalmente quelli militari. EASA fisserà requisiti comunitari delegando alle autorità nazionali la verifica e la certificazione, salva la possibilità di ispezioni dirette. La bozza di regolamento aveva attirato nelle settimane scorse le critiche dei vettori low cost, che operano prevalentemente sugli aeroporti minori e temono limitazioni indirette della propria attività.

(G. Alegi - www.dedalonews.com)

Articolo scritto da JT8D il 27 Mar 2009 alle 8:55 pm.
Categorie: Enti e Istituzioni - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus