ETIHAD PUNTA AD UN SECONDO SCALO ITALIANO E SI ACCORDA CON LH

Dopo aver portato da 3 a 5 i voli settimanali da Malpensa per Abu Dhabi, Etihad Airways non nasconde l’intenzione di crescere in Italia. “Puntiamo a voli giornalieri da Malpensa ma anche ad aprire un secondo scalo italiano - afferma il country manager del vettore Marco Malato -. Intanto stringiamo rapporti con Lufthansa, tramite accordi di interline per le rotte domestiche ma anche per aiutare il federaggio verso altre città europee che noi serviamo, quali Francoforte, Monaco o Ginevra. Non siamo, comunque, interessati ad alcuna alleanza, ma ad accordi strategici, come quello di codeshare con Qantas per i voli sull’Australia e quelli interni al Paese. In Australia, dopo Sydney e Brisbane, abbiamo aperto anche un collegamento su Melbourne”. In attesa di crescere sull’Italia, Etihad Airways ha nel mirino l’obiettivo di 70 mila passeggeri sulla rotta Malpensa-Abu Dhabi per il 2009. “Al momento viaggiamo con un load factor dell’80%, che ci soddisfa appieno. Se analizziamo il traffico nelle classi il coefficiente è del 60% per la First e del 70 per la Business - dice il country manager Marco Malato -. Non abbiamo notato flessioni in nessuna delle tre classi”. Il traffico in Italia si divide per il 40% business travel, 10-15% etnico e il resto leisure, “con il 60% che va oltre Abu Dhabi, soprattutto Bangkok, India, Singapore, Kuala Lumpur e Muscat per bt e leisure, e il Pakistan per l’etnico - dice Malato -. Per il secondo semestre avremo pronto il sito in italiano, anche se sottolineo che il 90% del nostro business in Italia è appannaggio del trade”.

(www.ttgitalia.com)

Articolo scritto da JT8D il 8 Apr 2009 alle 8:03 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus