IBERIA PRONTA A VARARE PIANO RIDUZIONE COSTI

Silvia Cairò, direttrice commerciale internazionale di Iberia illustra le misure prese per controbattere il difficile 2009. Secondo alcuni analisti, infatti, il primo trimestre dovrebbe chiudersi con circa 100 milioni di rosso: “Stiamo varando un piano d’emergenza che si basa su quattro punti: un taglio di capacità su base annua del 4% (ma solo dell’1% sul lungo raggio) senza però eliminare alcuna destinazione. Dallo scorso 1° maggio abbiamo ritirato dalla flotta 4 A320, un quinto uscirà dal 1° giugno mentre non abbiamo rinnovato il contratto di wet lease con Girjet per due A340. Un altro 340 che doveva entrare in flotta il prossimo ottobre l’abbiamo posticipato al settembre 2009. Inoltre tagliamo anche sulle spese generali, rivediamo gli investimenti ma non sul prodotto e ricorreremo alla cassa integrazione a rotazione in quelle aree dove il business ha rallentato” . Buone notizie sul fronte del traffico per Iberia, con una flessione minore del resto del mercato. “Il calo è stato del 9,6% nel primo trimestre contro l’11% del dato Iata, e del 3% a marzo contro un meno 7,3% del resto - spiega Silvia Cairò -. Rimaniamo con un ottimo 76,6% di load factor medio, ma male lo yield e la classe business. Anche se abbiamo acquisito market share sia in Europa sulle rotte per la Spagna, sia per quelle su Usa e America Latina. Qui siamo leader con il 20% del traffico e siamo intenzionati a mantenere le posizioni. Così come sull’Italia, nostro principale mercato europeo, dove lo scorso anno abbiamo trasportato 1,5 milioni di passeggeri, di cui ben il 50% in connessione su Madrid: la metà verso l’America Latina e gli Usa e la metà verso altre mete spagnole”.

(www.ttgitalia.com)

Articolo scritto da JT8D il 6 Mag 2009 alle 7:50 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus