L’ITALIA HA DUE NUOVI ASTRONAUTI, TRA CUI UNA DONNA

L’ Italia ha due nuovi astronauti nel corpo astronauti dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA): Luca Salvo Parmitano, 33 anni, e Samantha Cristoforetti, 32 anni, entrambi piloti dell’Aeronautica Militare. Un risultato straordinario se si pensa che la selezione era partita con oltre 10.000 domande, delle quali solo 8.413 erano state accettate, e che nell’ultimissima fase la scelta del direttore generale dell’ESA Jean-Jaques Dordain si era ristretta a solo otto candidati.
Samantha Cristoforetti è la prima donna astronauta italiana. È nata nel 1977 a Milano ed è in forza all’AM con il grado di tenente pilota. Parla cinque lingue (inglese, francese e tedesco, e russo, oltre l’italiano) ed è laureata in ingegneria meccanica, con specializzazione in propulsione aerospaziale e strutture leggere, presso la Technische Universtitä München. Entrata nell’Accademia Aeronautica di Pozzuoli, vi ha conseguito una seconda laurea in scienze aeronautiche. Attualmente è in forza al 32° Stormo di Amendola, dove ha conseguito l’abilitazione al volo su AMX e AMXT. In precedenza aveva ottenuto l’abilitazione al volo su T-27, T-38, MB339. Samantha si è distinta per le sue capacità fin dall’Accademia (corso Borea V): a lei è andata la “Sciabola d’Onore”, un premio all’allievo che per i primi tre anni di corso si classifica sempre primo, che non era mai stato assegnato ad una donna.

Il cap. Luca Salvo Parmitano è nato a Paternó, in provincia di Catania, nel 1976. Nel 1995 è entrato in Accademia Aeronautica con il Corso Sparviero IV. Ottenuta la Laurea in Scienze Politiche presso l’Università Federico II di Napoli nel 1999 e terminati gli studi accademici, nel 2000 è inviato presso la scuola di volo per piloti militari Euro-Nato Joint Pilot Training presso la base di Sheppard, in Texas (USA), dove si brevetta nel 2001.
Rientrato in Italia prosegue l’addestramento per la conversione su velivolo AM-X presso il 101° Gruppo OCU, sulla base di Amendola (FG), dove ottiene la qualifica di Limited Combat Ready nel 2001. Nello stesso anno viene assegnato al 13° Gruppo, sempre sulla base di Amendola.
Tra il 2001 e il 2007 partecipa a numerose esercitazioni internazionali. All’interno del 13° Gruppo ricopre gli incarichi di Comandante della 76ma Squadriglia e Capo Nucleo Addestramento, e ottiene tutte le qualifiche professionali (Combat Ready, Capo coppia, Capo Formazione, Package Leader/Mission Commander).
A Marzo 2007 è selezionato dal Reparto Sperimentale Volo per divenire pilota sperimentatore, ed è inviato nel 2008 presso la scuola per piloti sperimentatori e collaudatori EPNER (Ecole du Personnel Navigant d’Essai et Sperimentation) presso la base di Istres, in Francia.
Il capitano Parmitano ha circa 2000 ore di volo (di cui oltre 1000 su velivolo AM-X), è qualificato su circa 20 aerei ed elicotteri differenti ed ha volato su oltre 40 velivoli diversi. Nel 2007 viene decorato con Medaglia d’Argento al Valore Aeronautico.

(G. di Bernardo - www.dedalonews.com)

Articolo scritto da JT8D il 20 Mag 2009 alle 7:44 pm.
Categorie: Aeronautica, Enti e Istituzioni - Tags: , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus