PRECIPITA A310 AL LARGO DELLE COMORE

Sono 153 gli occupanti dell’aereo precipitato questa notte al largo delle Comore. Un Airbus A310 Yemenia Air è caduto quando ormai in procinto di iniziare le manovre di avvicininamento alla destinazione finale. “Non abbiamo informazioni sulle ragioni del disastro, né se vi siano sopravvissuti. Le condizioni meteo erano avverse: vento forte e mare mosso. La velocità del vento nei pressi dell’aeroporto era di 61 chilometri orari”, è quanto dichiarato da un responsabile della compagnia yemenita. Alcuni corpi sarebbero stati già recuperati e le squadre di soccorso via cielo e mare avrebbero avvistato ulteriori vittime e resti. Il volo era partito dalla capitale yemenita, a continuazione del viaggio condotto con un altro aeromobile da Parigi e dopo un ulteriore scalo nella capitale yemenita; prima di ripartire infine per la destinazione finale del viaggio per mezzo appunto dell’A310 Yemenia marche “70-ADJ”. Ancora incertezza sulle cause della sciagura, anche se un elemento importante è il brutto tempo che imperversava sulla zona. Una macchia di carburante è stata inoltre avvistata a 17 miglia nautiche dalla capitale delle Isole Comore, Moroni. Non è dato sapere se ci possono essere speranze di trovare sopravvissuti. Nel frattempo il Ministero degli Esteri fa sapere che non ci sono italiani tra i passeggeri.

L’Airbus A310 coinvolto era uno dei quattro, in leasing, nella flotta Yemenia, che comprende anche due A330. Un dato importante viene da Dedalonews, che in questo interessante articolo riporta utili dati sulla vita di questo modello: “a fine maggio 214 A310 erano in servizio presso 41 operatori e la flotta ha accumulato circa 11,7 milioni di ore in circa 4,5 milioni di voli”.

L’aereo coinvolto nella tragedia di questa notte, l’Airbus A310 marche 70-ADJ. 

Aggiornamento 11.30: Si apprende alle 11.30 circa del recupero di tre salme e di un sopravvissuto. Non si hanno tuttavia notizie certe circa lo stato di salute del soccorso o della sua nazionalità. E’ stato comunicato che si tratta di un bambino circa il passeggero salvato dalle squadre di ricerca, pur se continuano a non essere rilasciate notizie certe sullo stato di salute. Le ricerche continuano nella zona dell’impatto. La speranza è di trovare altri sopravvissuti nel più breve tempo possibile.

Aggiornamento 13.00: Oltre al bimbo tratto in salvo poche ore fa, continua il recupero delle salme dal mare. La Farnesina è attiva per sincerarsi che non ci siano effettivamente italiani tra le vittime, tuttavia, dei 153 occupanti secondo una nota degli organi locali, 66 sono di nazionalità francese mentre gli altri sono abitanti locali delle Comore.  Ricordiamo che 11 degli occupanti erano i componenti dell’Equipaggio, 142 i passeggeri. A questo link le indicazioni preliminari sull’accaduto dell’Aviation Safety Network circa il volo IY626 Yemenia.

Articolo scritto da Slowly il 30 Giu 2009 alle 9:03 am.
Categorie: Cronaca, Incidenti/Inconvenienti - Tags: ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus