AEROPORTO DELL’AQUILA DA OGGI GESTITO DA CONTROLLORI ENAV

Da oggi il traffico aereo nello scalo dell’Aquila è gestito dai tecnici ENAV in occasione delle giornate del G8. Questo, dopo che ENAV ha istallato nell’ultimo mese tutte le tecnologie necessarie per adeguare il piccolo aeroporto agli standard idonei all’occasione, in piena sinergia con la Protezione Civile. Tra controllori del traffico aereo, tecnici e personale di supporto saranno circa 20 le persone che ENAV distaccherà fino al 12 luglio per la gestione di un traffico aereo così particolare e concentrato in pochi giorni.
Nello specifico, tra i sistemi di assistenza al volo integralmente e tempestivamente implementati da ENAV per garantire regolarità e sicurezza, si annoverano: le nuove radioassistenze per atterraggi strumentali; l’impianto delle luci di pista; il radar trasportabile (per la migliore operatività dei controllori del traffico aereo); il potenziamento di ogni tipo di comunicazione (per le frequenze VHF / UHF). Inoltre, al fine di gestire al meglio il traffico nello spazio aereo interessato, presso il Centro di Controllo d’Area di Roma (ACC) ENAV ha provveduto a stabilire un coordinamento con la difesa aerea ed un coordinamento per la realizzazione di particolari corridoi aerei.

Aggiornamento 2 Luglio 2009 - Inaugurato questa mattina l’aeroporto dei Parchi dell’Aquila-Preturo, dopo i lavori di adeguamento alle esigenze di operatività conseguenti agli eventi sismici del 6 aprile scorso ed in vista del G8 2009, ospitato nel capoluogo abruzzese. L’aeroporto, che ha una pista lunga 1.400 metri, può ora ospitare decolli ed atterraggi di elicotteri e aeromobili fino alla classe ATR-42. Il finanziamento complessivo a carico dell’ENAC è stato di 900 mila euro che sono stati utilizzati per l’ampliamento piazzole di sosta per elicotteri, l’ampiezza totale attuale è di 30.000 metri quadri circa, e la realizzazione della via di rullaggio che collega il nuovo piazzale a quello preesistente.
A seguito di una serie di ispezioni condotte dall’ENAC per la verifica della rispondenza alle norme di sicurezza dell’ICAO, l’ente aveva approvato un programma di rientro per opere non conformi. Il programma ha visto l’impiego da parte del Comune di L’Aquila di due milioni di euro per la realizzazione di strade di accesso; riqualifica della pista di volo; strip di sicurezza ai margini delle piste e delle vie di rullaggio; recinzioni del sedime aeroportuale; e ristrutturazione generale di tutti gli edifici esistenti. I progetti per la realizzazione di tali opere sono stati approvati dall’ENAC che ne ha anche verificato l’agibilità. Il presidente dell’ENAC, Vito Riggio, a margine dell’inaugurazione odierna, ha annunciato, alla presenza del presidente del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi, di aver proposto al sindaco del comune dell’Aquila, Massimo Cialente, di intitolare l’aeroporto della città all’ingegnere Giuliana Tamburro, dipendente dell’ENAC, deceduta con il figlio ed il padre nel crollo della sua abitazione nel terremoto che ha colpito l’aquilano il 6 aprile.

(M. Landi - www.dedalonews.com)

Articolo scritto da JT8D il 1 Lug 2009 alle 7:43 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Enti e Istituzioni - Tags: , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus