INCIDENTE HUDSON: FAA PROPONE MODIFICHE AI CORRIDOI AEREI

Corridoi aerei segregati e obbligo di uso della radio: sono queste le due misure che la Federal Aviation Administration vuole introdurre per i voli sull’Hudson dopo la tragedia costata la vita a cinque turisti italiani l’8 Agosto. La FAA punta a introdurre le nuove regole dal 19 novembre, accelerando al massimo le previste procedure di consultazione pubblica. In estrema sintesi, la FAA prevede di dividere il trafficatissimo cielo dell’Hudson in tre corridoi fino a 1.000 piedi, da 1.000 a 1.300 e sopra i 1.300. Le prime due verrebbero vietate agli aeromobili con velocità superiore ai 140 nodi (260 km/h). Per quelli ammessi diventerebbero obbligatori l’ascolto sulla frequenza 123.05, la dichiarazione d’ingresso nella zona (con prua, quota, posizione, tipo aereo), la canalizzazione (lungo la costa del New Jersey per chi viaggia verso sud, lungo Manhattan per chi va a nord), l’uso delle luci di posizione e anticollisione. La separazione dagli altri aerei resterebbe comunque responsabilità del pilota. Sopra i 1.300 scatterebbe l’intervento dei controllori di volo.Il ruolo dei controllori di volo era stato oggetto di polemiche da quando - pochi giorni dopo l’incidente - emerse che al momento dell’incidente uno di essi stava effettuando una telefonata privata. Da questo il National Transportation Safety Board (NTSB), l’ente che sta conducendo l’inchiesta tecnica indipendente, ha richiesto una maggiore attenzione da parte dei controllori, scatenando l’ira del potente sindacato NATCA. Secondo il sindacato, che rappresenta oltre 19.000 controllori, avanzare la richiesta mentre le indagini sono ancora in corso rappresenterebbe un pregiudizio sul loro esito finale. (In realtà, come l’ANSV italiana, l’NTSB può emettere raccomandazioni di sicurezza già nel corso delle indagini per evitare il ripetersi di eventi di pericolo.) Così l’NTSB ha escluso NATCA dai soggetti che partecipano alle indagini e possono quindi conoscerne gli atti in ogni fase.
Le proposte FAA sono diverse da quelle avanzate dagli altri soggetti. L’NTSB chiede di separare le quote operative degli elicotteri e degli aerei, nonché di obbligare i piloti a completare uno speciale corso che li abiliti a volare sull’Hudson e la statua della Libertà.

(G. Alegi - www.dedalonews.com)

Articolo scritto da JT8D il 5 Set 2009 alle 2:14 pm.
Categorie: Enti e Istituzioni, Incidenti/Inconvenienti - Tags: , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus