BOTTA E RISPOSTA RYANAIR - ENAC SUI DOCUMENTI

L’accordo sui documenti d’identità AT/BT rilasciati al personale ministeriale non chiude la polemica di Ryanair con l’ENAC che sembrava essersi conclusa dopo l’incontro di ieri in ENAC. Lo mostrano i diversi comunicati emessi. L’ENAC dichiara che «La compagnia ha chiesto, infine, al CISA del tempo per valutare la possibilità di accettare in futuro anche altri documenti, tra cui la patente di guida, e si è impegnata a fornire adeguata ed esaustiva informazione all’utenza.» Ma secondo Stephen McNamara, direttore della comunicazione della low cost, «le carte AT/BT, che vengono rilasciate dal Governo ai Ministri, Parlamentari ecc..» saranno «l’unica nuova forma di carta di identità che verrà accettata a seguito del nostro incontro con ENAC.» «Licenze di pesca, patenti di guida e carte di identità professionali - prosegue la nota pomeridiana di Ryanair - non sono una forma accettata di identificazione sui voli Ryanair. Questa procedura è stata concordata oggi con ENAC e non sarà modificata.» Secondo la nota ENAC, invece, «Ryanair ha un problema organizzativo nei confronti dei documenti di riconoscimento individuati dalla normativa italiana».

(G. Alegi - www.dedalonews.com)

Articolo scritto da JT8D il 8 Gen 2010 alle 6:46 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze, Enti e Istituzioni - Tags: , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus