ALITALIA: PARTITO PER LA SVIZZERA IL MOTORE BLOCCATO A FIUMICINO

È stato necessario l’intervento della forza pubblica per prelevare il motore CFM 56 bloccato per quattro giorni sull’aeroporto di Fiumicino dalla protesta dei lavoratori di Alitalia Maintenance Systems (AMS) contro la decisione di Alitalia-CAI di affidarne la revisione alla società svizzera SR Technics. Secondo i lavoratori, che hanno presidiato a turno il piazzale giorno e notte all’insegna dello slogan “Il lavoro c’è - teniamolo in Italia”, la decisione CAI di inviare i motori all’estero compromette la sopravvivenza di AMS, tuttora controllata dal commissario straordinario Augusto Fantozzi. I 360 dipendenti e l’indotto AMS guardano ora all’incontro fissato per il 15 gennaio a Palazzo Chigi, nel quale verrà nuovamente esaminata l’offerta di acquisto presentata dalla società Iniziativa Prima guidata da Maurizio Tucci. I sindacati, ha detto ieri Roberto Panella di UGL Trasporti, mirano a «chiudere con zero esuberi.»

Nella foto, il motore n° 779124 viene prelevato dal piazzale.

(G. Alegi, dedalonews.it)

Articolo scritto da mcgyver79 il 12 Gen 2010 alle 12:27 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze, Cronaca, Industria - Tags: , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus