JAL FORMALIZZA LA RICHIESTA DI FALLIMENTO PILOTATO

La compagnia di bandiera nipponica Japan Air Lines (JAL) ha formalizzato la richiesta di fallimento, avviando la procedura presso il tribunale di Tokio. Si tratta di uno dei maggiori crac della storia giapponese. Nel dare l’annuncio JAL si è «scusata sinceramente con tutti gli azionisti, creditori, clienti e fornitori ed altre parti coinvolte per il grande disturbo e preoccupazione che questa situazione potrebbe causare.». Il fallimento sarà in ogni caso pilotato e finalizzato alla ristrutturazione del vettore, senza l’interruzione delle attività commerciali e operative.

Secondo fonti di stampa la riorganizzazione affidata alla Enterprise Turnaround Initiative Corporation (ETIC) comporterà il taglio di circa 15.000 persone su 45.000 e la chiusura o vendita di metà delle controllate. Da questa cura JAL dovrebbe riemergere tra due anni con costi operativi ridotti di un terzo. L’alleanza globale Oneworld si è affrettata a confermare la validità del piano di sostegno da due miliardi di dollari annunciato in dicembre. Intanto JAL resta «partner a tutti gli effetti» di Oneworld, compresi i servizi per i frequent flyer.
JAL è stata fondata nel 1953 ed ha trasportato nel 2009 circa 33 milioni di passeggeri, di cui circa un quarto nazionali. La flotta comprende 277 aerei, per il 60% di proprietà, ed effettua circa ogni giorno 1.100 voli su una rete che comprende 282 rotte verso 217 scali in 35 diversi paesi.

(G. Alegi - www.dedalonews.com)

Articolo scritto da JT8D il 19 Gen 2010 alle 7:14 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus