LA NUBE DEL VULCANO CONTINUA AD ALEGGIARE SUL NORD EUROPA. DECISO COORDINAMENTO DELL’UE

L’eruzione del vulcano islandese continua a colpire il traffico aereo del Nord Europa. Riaperti i settori di spazio aereo nel Regno Unito precedentemente chiusi, ma blocco dei voli in Irlanda e Scozia a causa della cenere spinta verso sud dai venti. Chiuso l’aeroporto di Dublino a partire dalle 10 ora locale (le 12 in Italia). In Irlanda già chiuso l’aeroporto di Derry, mentre da mezzogiorno sarà chiuso Belfast. In Scozia, dalle 8 locali blocco degli aeroporti.
A fronte della condizione ancora attiva del vulcano ed in vista di possibili nuove emergenze su ampi aree del continente i ministri dei Trasporti UE riuniti a Bruxelles hanno varato una cellula di coordinamento delle crisi. La cabina di regia gestirà le emergenze e sarà composta da rappresentanti degli stati membri e di Eurocontrol.La riunione dei ministri dei Trasporti ha però registrato uno stallo sull’ ipotesi di aiuti di stato alle compagnie aree colpiti dallo stop dei voli. I ministri di Finlandia, Austria, Belgio, Romania, Danimarca, Regno Unito e Svezia si sono mostrati freddi. Il commissario ai Trasporti Siim Kallas ha detto che la proposta di compensazioni ai vettori «non è stata accolta molto caldamente nel Consiglio, il settore più colpito è stato quello delle compagnie aeree e l’idea era di dividere gli oneri». Una posizione difficile da gestire per lo stesso Kallas che in precedenza aveva fatto intendere che sulle misure c’era un maggiore accordo. «Non ci sono sacchi di soldi messi a disposizione» si è limitato a commentare.

(M. Landi - www.dedalonews.com)

Articolo scritto da JT8D il 5 Mag 2010 alle 6:04 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree / Alleanze, Enti e Istituzioni - Tags: , , , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus