SUPERJET: GIALLO SU ALITALIA, CERTEZZA SU CERTIFICAZIONE MOTORE

Il simulatore delle emergenze di cabina, che entrerà in servizio a Venezia-Tessera a fine luglio, e la certificazione EASA del motore Powerjet SaM 146, avvenuta nei giorni scorsi, sono i progressi più recenti del programma Superjet 100. A tenere banco è però l’ipotesi, al momento non confermata, di una possibile scelta del bireattore russo da parte di Alitalia. La voce, che circola da tempo con il sostegno dei sempre più stretti rapporti italo-russi, ha ripreso vigore nei giorni scorsi quando il nome Alitalia è comparso in un riepilogo degli ordini diffuso da Sukhoi. La tabella attribuiva alla compagnia italiana un ordine fermo per 20 aerei, ma è stata subito smentita dal costruttore russo tramite un portavoce. Al posto di Alitalia compare ora un ordine per 20 Superjet da parte di un cliente non rivelato. Nessuna conferma da Alitalia.L’esatta composizione del portafoglio ordini del Superjet 100 è difficile da precisare. La tabella smentita riportava 123 ordini fermi da parte di otto clienti, contro i 122 da parte di nove clienti di un anno fa. Rispetto al 2009 mancano ora Air Union Alliance (15 aerei) e Dalavia (sei), mentre sarebbero state aggiunte SOGECA (15), ACE (20) e appunto Alitalia (20). Le macchine aggiuntive, insomma, sarebbero state 34. Poiché il saldo annuale è di -1, questo parrebbe indicare che vi siano delle cancellazioni o spostamenti di ordini. D’altro canto, alcune fonti riportano ordini non confermati dal costruttore (tra i quali 10 aerei per Gazpromavia, risalenti addirittura al 17 giugno 2009), composizioni diverse da quelle annunciate o conteggiano gli aerei in leasing due volte (prima sotto il nome del “lessor” e poi sotto l’utilizzatore (come nel caso di Yakutia Airlines, le cui due macchine proverranno dall’ordine LFC del novembre 2005). Questo potrebbe essere il caso anche per Alitalia, le cui macchine potrebbero giungere in leasing da Superjet International - la società partecipata al 51% da Alenia Aeronautica responsabile delle vendite in occidente - o da una società-veicolo. Maggior chiarezza potrebbe giungere nelle prossime settimane con gli annunci al salone di Farnborough.
A Venezia, intanto, è attesa l’installazione del simulatore delle emergenze costruito dalla EDM di Manchester ed in grado di riprodurre fumo a bordo, evacuazione d’emergenza tramite scivoli, blocco porta ed altri problemi. La consegna del certificato di omologazione del motore SaM 146 si è svolta a fine giugno a Colonia e prelude alla certificazione da parte delle autorità russe nelle prossime settimane. L’ultima prova di certificazione, quella di ingestione di un volatile, è stata superata il 26 maggio. Il programma di prove ha totalizzato sinora 7.100 ore di funzionamento, delle quali circa metà in volo.

(G. Alegi, dedalonews.it)
APPROFONDIMENTI:

- sito Alitalia

- il Sukhoi Superjet 100 su Wikipedia

Articolo scritto da mcgyver79 il 5 Lug 2010 alle 2:31 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze, Industria - Tags: , , , , , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus