ATR CHIUDE IL 2010 CON 80 ORDINI E 51 CONSEGNE

Ci sono 24 aerei per due clienti non rivelati nel carniere 2010 di ATR, che ha chiuso l’anno con 80 ordini (più 33 opzioni) e 1,35 miliardi di dollari di fatturato. Filippo Bagnato, tornato alla guida della società italo-francese in giugno, parla di «velocità riguadagnata», «raddoppio degli ordini» sul 2009 e dell’obiettivo di 70 consegne annue dal 2012 contro le 51 attuali. In quell’anno ATR dovrebbe consegnare il suo millesimo aereo: il totale è oggi di 915, dei quali 503 nella versione allungata ATR 72 ed il resto in quella base ATR 42.
Al fatturato contribuiscono i contratti globali di manutenzione, che oggi coprono un terzo degli aerei in servizio o ordinati, e la rivendita degli aerei usati (29 nel 2009, per la felicità di compagnie aeree e “lessor” che vedono così mantenuto il valore dell’usato).
A conferma del buon andamento dell’anno appena concluso, il portafoglio ordini è salito da 136 a 159 macchine, pari a circa due anni e mezzo di produzione se si tiene conto dell’aumento del rateo annuo. Di questi 47 sono della serie 500 (43 ATR 72 e quattro ATR 42) e 112 della nuova serie 600 (tutti tranne cinque sono ATR 72). La certificazione della serie 600 è prevista per i prossimi mesi, con le prime consegne di ATR 72 a metà anno e quelle degli ATR 42 entro la sua fine. È prevista inoltre l’espansione della rete addestrativa con nuove strutture a Toronto, Parigi, Johannesburg e Bangalore.

(G. Alegi - www.dedalonews.com)

Articolo scritto da JT8D il 21 Gen 2011 alle 7:12 pm.
Categorie: Industria - Tags: , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus