DIRITTI DEI PASSEGGERI: RYANAIR AUMENTA I BIGLIETTI

Da oggi tutte le prenotazioni Ryanair sono gravate di un sovrapprezzo di due euro, introdotto dalla low cost irlandese per coprire i costi di assistenza ai passeggeri dei voli cancellati imposti a tutte le compagnie aeree dal regolamento comunitario 261. Ryanair ha sempre contestato la normativa, argomentando di ritenere ingiusto di dover proteggere i passeggeri nei casi che ritiene di forza maggiore o di cui non si ritiene responsabile. Di qui l’introduzione della tassa, l’unica - apparentemente - al momento esistente tra le compagnie aeree in Europa. La compagnia sostiene di aver sostenuto nel 2010 «costi per oltre 100 milioni di euro derivanti da cancellazioni e ritardi dei voli, avendo dovuto fornire assistenza per le spese legali e di compensazione derivate dalla cancellazione di oltre 15.000 voli che hanno lasciato a terra oltre 2.4 milioni di passeggeri.» Gran parte di queste cancellazioni sarebbero legate alla crisi del vulcano islandese dell’aprile-maggio 2010, alle nevicate del novembre-dicembre 2010 e a 15 giorni di scioperi dei controllori di volo. Ryanair definisce «ingiuste e discriminatorie» le protezioni previste dalla normativa europee. Se Ryanair rispetterà quest’anno la stima di 73,5 mln di passeggeri trasportati - osserva Dedalonews - nelle casse della low cost affluirebbero 147 mln di euro, ben più di quanto speso nel 2010 e della media dei rimborsi in un anno senza eventi eccezionali.

(G. Alegi - www.dedalonews.com)

APPROFONDIMENTI:

- sito Ryanair

- il Regolamento (CE) 261/2004 sul sito ENAC

Articolo scritto da mcgyver79 il 4 Apr 2011 alle 3:43 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: , , , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus