ENAC ADERISCE ALLA GIORNATA EUROPEA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile ha aderito alla campagna europea di informazione sui diritti dei passeggeri, promossa in Italia dal CEC – Centro Europeo Consumatori e da Adiconsum, sotto l’egida della Commissione Europea.
L’iniziativa, in programma per la giornata di domani, 7 luglio 2011, prevede la presenza di desk di informazione e assistenza per i passeggeri sui principali aeroporti degli Stati membri dell’Unione Europea.
Nel proprio ruolo di Autorità dell’aviazione civile italiana e di Organismo responsabile dell’applicazione del Regolamento comunitario relativo ai diritti delle persone con disabilità e a mobilità ridotta nel trasporto aereo (PMR), e con lo scopo di sostenere e potenziare ulteriormente la conoscenza dei diritti di tutti i passeggeri e in particolar modo dei passeggeri diversamente abili e a mobilità ridotta, l’Enac aderisce alla Giornata Europea affiancando Adiconsum e Centro Europeo Consumatori nei quattro aeroporti in cui presenteranno l’iniziativa: Bari, Bologna, Roma Fiumicino e Torino.
L’Enac, inoltre, sarà presente con desk informativi e proprio personale in altri sette scali: Bergamo, Cagliari, Catania, Milano Linate, Milano Malpensa, Napoli e Pisa.
Verranno distribuiti ai passeggeri in transito negli 11 aeroporti coinvolti, 12.000 copie in italiano e 12.000 copie in inglese della guida rapida “Conosci i tuoi diritti”- “What you need to know” - un pratico flyer che riepiloga in forma schematica e di immediata lettura i diritti degli utenti del trasporto aereo in caso di disservizi, materiale già presente sul sito dell’Enac.
Inoltre, nei propri desk informativi e sui monitor aeroportuali verrà trasmesso il video prodotto dalla Commissione Europea sui diritti dei passeggeri a mobilità ridotta.

(Comunicato Stampa ENAC)

Articolo scritto da JT8D il 6 Lug 2011 alle 8:03 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree / Alleanze, Enti e Istituzioni - Tags: , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus