AIRBUS PRESENTA I PROPRI AEROMOBILI AL SALONE DI DUBAI

Airbus presenterà quest’anno al Salone Aeronautico di Dubai, dal 13 al 17 novembre, la propria famiglia di aeromobili.  Nel settore dedicato alle esposizioni statiche, il 13 novembre i visitatori potranno scoprire l’A330-300 nella sua versione passeggeri e, il 15 novembre, il nuovo A330-200 nella sua versione cargo. Sempre nell’ambito delle esposizioni statiche, per tutta la durata del Salone Airbus esporrà un ACJ318 e un ACJ320, operati rispettivamente da Al Jaber e da Comlux. Questi aeromobili hanno le cabine più ampie e più alte fra tutti i corporate jet. Coloro che visiteranno lo stand di EADS, situato nel “West Hall” (W860), potranno ammirare dei modellini di grandi dimensioni degli ultimissimi aeromobili della Famiglia Airbus: l’A320neo, l’A350 XWB, l’A330 MRTT e l’A400M.

All’interno dello stand si troverà anche uno schermo interattivo ricco che informerà i visitatori in merito ai vantaggi offerti dalla moderna famiglia di aeromobili Airbus. Sempre all’interno dello stand sarà anche possibile assistere alla proiezione del film in 3D di Airbus “Future of Flight”. Nel corso del Salone, Airbus organizzerà diversi incontri con la stampa, durante i quali saranno annunciati gli ordini siglati, e sarà presentato un aggiornamento del  Global Market Forecast per il Medio Oriente.
Giovedì 17 novembre, nell’ambito della nuova iniziativa “Future’s Day” che sarà lanciata in occasione di questa edizione del Salone Aeronautico di Dubai, un gruppo di studenti degli Emirati Arabi Uniti si recherà presso lo stand di EADS per scoprire le  possibilità di carriera offerte da Airbus e parlare con i responsabili delle risorse umane. Airbus organizzerà inoltre dei workshop ai quali parteciperanno gli studenti e i migliori talenti provenienti dal mondo intero. Per il 2011 Airbus prevede di assumere oltre 3.000 persone, di cui il 30% laureati.

(Ufficio Stampa Airbus)

Articolo scritto da JT8D il 3 Nov 2011 alle 7:00 pm.
Categorie: Eventi e Manifestazioni, Industria - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus