ENAV: RICONOSCIMENTO PER LE POLITICHE AMBIENTALI SULLA ROTTA MILANO-ROMA

L’Amministratore Unico, Massimo Garbini, ha ricevuto oggi, nell’ambito del Summit mondiale CANSO - l’organizzazione di tutti i fornitori di servizi alla navigazione aerea - che si chiude oggi a Roma, un premio speciale per le politiche ambientali avviate negli ultimi anni da ENAV. La motivazione del riconoscimento, consegnato dall’Environment Workgroup di CANSO in rappresentanza di oltre 140 amministratori delegati giunti in Italia da 69 Paesi di 5 continenti, sono stati gli interventi adottati da ENAV nella tratta che congiunge Roma con Milano, che hanno ridotto il consumo di carburante degli aerei. Oltre all’innalzamento delle rotte, per gli arrivi e le partenze nella Fiumicino-Linate sono state applicate ulteriori procedure che consentono flussi di traffico dedicati con benefici sui tempi di percorrenza dei voli e sulle emissioni nocive da parte degli aeromobili. Il tutto consente una riduzione annua di circa 2 milioni di kg di CO2.

Gli interventi sulla cosiddetta “rotta Shuttle” (oltre i 10mila mt. di quota) Roma-Milano rientrano, infatti, in un piano di riconfigurazione delle rotte dello spazio aereo italiano, messo in campo nel 2008 da ENAV, e denominato Flight Efficiency Plan, che solo nel 2011 ha fatto risparmiare ai vettori 42.500 tonnellate di carburante e 9.265.000 Km, riducendo di 134.000 tonnellate le emissioni di CO2. Cumulando il periodo 2008/2011 le compagnie aeree si stima abbiano risparmiato in totale 98.000 tonnellate di carburante per un valore di circa 60 milioni di euro.

“Il controllo del traffico aereo - ha dichiarato l’AU di ENAV, Garbini - svolge un ruolo chiave nel contribuire a ridurre i costi operativi e mitigare l’impatto ambientale dell’aviazione. ENAV ha sempre studiato e preparato soluzioni che contribuiscono a volare in modo sicuro ed efficiente. Colgo l’occasione per ringraziare le compagnie aeree, in particolare Alitalia, per averci dato il supporto necessario in questa operazione che porta benefici a tutti in termini ambientali, ma anche economici”. L’Italia con ENAV è stato uno dei primi paesi europei ad adottare queste complesse procedure, grazie agli investimenti effettuati sui sistemi e sulla formazione del personale operativo.

(Ufficio Stampa ENAV)

Articolo scritto da JT8D il 26 Giu 2012 alle 3:08 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Enti e Istituzioni - Tags: , , , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus