VOLOTEA CONFERMA LA TRATTA OLBIA-VENEZIA ANCHE PER IL PERIODO INVERNALE

Volotea si appresta a festeggiare il traguardo delle tre rotte che volano dall’aeroporto di Olbia. Oltre al nuovo collegamento diretto con Palermo inaugurato il 22 giugno e quello con Nantes che verrà inaugurato il 3 agosto, Volotea conferma per i mesi invernali il volo Olbia-Venezia. “Il bilancio di Volotea sull’aeroporto di Olbia è davvero molto positivo – afferma Valeria Rebasti, Commercial Country Manager Volotea per l’Italia – E l’accoglienza che ci hanno riservato gli abitanti della Sardegna, dove voliamo anche sugli aeroporti di Cagliari e Alghero, è stata così entusiasta che abbiamo deciso di confermare anche per il periodo invernale il nostro collegamento diretto tra l’aeroporto di Olbia e il Marco Polo di Venezia. In questo modo vogliamo dare a tutti i sardi la possibilità di visitare Venezia anche in inverno, periodo in cui la laguna gode di un fascino davvero unico”.

Durante il periodo estivo, Volotea opera dall’aeroporto di Olbia con voli diretti verso Palermo e Venezia, a cui si aggiungerà dal 3 agosto il collegamento con Nantes, capitale della Loira. Per l’orario invernale Volotea continua a collegare Olbia a Venezia con 2 voli settimanali, già in vendita sul sito www.volotea.com.

“La conferma del collegamento annuale per Venezia dimostra l’importanza strategica del vettore low cost per l’Aeroporto di Olbia e per la Sardegna – afferma Stefania Filigheddu, Manager Sviluppo Business di Geasar S.p.A - Volotea rappresenta un partner molto importante con il quale stiamo ampliando il network dei collegamenti domestici e internazionali. I buoni risultati registrati sino ad ora ci consentono di avviare sotto i migliori auspici questo nuovo collegamento annuale che rappresenta per il territorio un’importante opportunità di sviluppo sia turistico che economico”.

(Ufficio Stampa Volotea - Geasar)

Articolo scritto da JT8D il 26 Giu 2012 alle 2:50 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus