BOEING: RAY CONNER ALLA GUIDA DELLA DIVISIONE COMMERCIAL AIRPLANES

Jim McNerney, Presidente e CEO di Boeing, ha annunciato la nomina di Raymond L. Conner quale Presidente e CEO di Boeing Commercial Airplanes. Conner, 57 anni, di cui 34 anni in azienda, dove ha iniziato la sua carriera come meccanico aereonautico, accede al nuovo ruolo dalla posizione di Vice President del settore Vendite e Assistenza Clienti Aerei Commerciali. Prende così il posto di James F. Albaugh, 62 anni, che ha annunciato che si ritirerà dalla società il 1° ottobre, dopo 37 anni di servizio.

“Ray ha un’esperienza ampia e profonda nel campo degli aerei commerciali, senza eguali nel nostro settore”, dichiara McNerney. “Ha costruito e venduto aerei, gestito i nostri maggiori programmi, conosce molto bene i nostri clienti ed è rispettato dai nostri dipendenti. Ray è il leader naturale per lo sviluppo del nostro mercato degli aerei commerciali. Questa scelta è coerente con il nostro piano di successione del Management”.

Tra i molti altri ruoli di leadership ricoperti durante la sua carriera, Conner è stato anche Vice Presidente e Direttore Generale dei programmi 777 e 747 e Vice Presidente delle Vendite per le Americhe e l’area Asia-Pacifico. Lo scorso anno, Conner, entrato in Boeing nel 1977 come meccanico sul programma 727, ha giocato un ruolo fondamentale nel raggiungere un accordo di grande rilievo con il più grande sindacato interno a Boeing.

“Ringraziamo Jim per i suoi molti anni di servizio nelle nostre aree di business della difesa, dello spazio e della sicurezza, e più recentemente per Boeing Commercial Airplanes, dove ha contribuito, con successo, ad assicurare la certificazione e l’entrata in servizio del 787 Dreamliner e del 747-8, nonché il lancio del 737 MAX”. Il cambio di leadership è da subito effettivo. Il sostituto di Conner sarà nominato in una fase successiva.

(Ufficio Stampa Boeing)

Articolo scritto da JT8D il 27 Giu 2012 alle 5:59 pm.
Categorie: Industria - Tags: , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus