QATAR AIRWAYS PARTNER SEA PER “VIAMILANO”

Qatar Airways aderisce all’iniziativa ViaMilano, l’innovativo servizio ideato da SEA, Società di gestione degli aeroporti di Milano, per agevolare il transito da un volo all’altro all’aeroporto di Malpensa. Con ViaMilano, i passeggeri Qatar Airways che transitano a Malpensa abbinando una o più tratte aeree di compagnie diverse (anche low cost) possono beneficiare di tutti i comodi servizi gratuiti messi a disposizione da SEA, compresi l’accesso al Fast Track.

I servizi comprendono il transito al desk dedicato, l’ingresso alla sala VIP, l’accesso alla rete wi-fi per 60 minuti e un buono d’acquisto di 10 euro da spendere in tutti i negozi dell’aeroporto convenzionati (a fronte di una spesa di almeno 40 euro). Una volta atterrati a Malpensa, è sufficiente presentarsi ai banchi transito di ViaMilano per usufruire di questi servizi. Inoltre, dal mese di giugno è attiva per i passeggeri ViaMilano un’assicurazione gratuita con AXA Assistance che prevede il rimborso delle spese per l’acquisto di un volo alternativo nel caso di perdita del volo di connessione a Malpensa. Per poter usufruire della copertura assicurativa è sufficiente collegarsi al sito di www.flyviamilano.eu e compilare l’apposito modulo prima di partire.

“Con la partnership Qatar Airways - SEA per ViaMilano offriamo un ulteriore servizio ai nostri passeggeri che transitano a Malpensa permettendo loro di proseguire agevolmente il viaggio con Qatar Airways, sia che abbiano viaggiato con compagnie aeree tradizionali o low cost” spiega Morena Bronzetti, Direttore per Italia e Malta; “il nostro network di 116 destinazioni in tutto il mondo diventa facilmente accessibile anche per chi parte da scali italiani come – a titolo d’esempio - Alghero, Brindisi, Bari, Cagliari, Catania, Napoli e Lamezia Terme”.

(Ufficio Stampa Qatar Airways)

Articolo scritto da JT8D il 4 Lug 2012 alle 2:44 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus