FIRMATO IL CONTRATTO DI PROGRAMMA TRA ENAC E SAVE

Dopo la firma di ieri con Aeroporti di Roma, oggi è la volta del contratto di programma tra Enac e la società Save che gestisce l’Aeroporto di Venezia. Nella Direzione Generale dell’Ente, alla presenza del Presidente Vito Riggio, il Direttore Generale dell’Enac Alessio Quaranta e il Presidente di Save Enrico Marchi hanno firmato il contratto di programma che regolamenta il rapporto tra lo Stato, rappresentato dall’Enac, e la società a cui è stata affidata la gestione dello scalo. Per il perfezionamento del contratto, dopo l’approvazione definitiva da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del Ministero dell’Economia e Finanze, l’ultimo passaggio è la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di approvazione del contratto stesso. La pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale è attesa entro il 31 dicembre 2012.

Di seguito alcuni dati sul contratto odierno: Gli investimenti programmati nel primo sottoperiodo 2012 – 2016 ammontano complessivamente a Euro 328.640.100, di cui Euro 228.505.988 a carico del gestore ed Euro 100.134.112 a carico di terzi; Gli investimenti programmati nel periodo nell’intero decennio 2012 – 2021 ammontano invece, complessivamente, a Euro 604.573.153, di cui Euro 409.488.606 a carico del gestore ed Euro 195.084.547 a carico di terzi; L’incremento medio delle tariffe, rispetto alla media vigente al 2010, è di circa 5 Euro come media nel quinquennio.

Il contratto di programma, che definisce i principi per la determinazione delle tariffe, è stipulato in deroga alla normativa vigente in materia di regolazione tariffaria, come previsto dalla Legge n. 102 del 3 agosto 2009 e successive modifiche, e recepisce concretamente il principio comunitario e nazionale di adeguamento delle tariffe ai costi efficientati del gestore. Il Presidente dell’Enac Vito Riggio nel salutare con compiacimento la firma odierna, afferma: “I contratti di programma hanno una valenza strategica per lo sviluppo del settore. Quello firmato oggi da una parte permetterà alla Save di avere certezza delle entrate necessarie allo sviluppo del piano degli investimenti, dall’altra fornirà all’Enac strumenti più incisivi per svolgere il proprio ruolo di vigilanza e controllo, compreso lo strumento sanzionatorio per l’eventuale mancato rispetto degli accordi”.

Il Direttore Generale Alessio Quaranta evidenzia: “Tra ieri e oggi, sono stati raggiunti due traguardi importanti per il rilancio degli investimenti nel trasporto aereo. I contratti firmati questi giorni vanno ad unirsi all’accordo stipulato con la Sea per gli aeroporti di Milano, il cui decreto è già stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, a copertura degli scali che sviluppano un’altissima percentuale di traffico rispetto ai dati nazionali. Infatti, sono circa 79 milioni i passeggeri transitati nel corso del 2011 negli scali di Roma Fiumicino, Roma Ciampino, Milano Malpensa, Milano Linate e Venezia, su un totale di circa 148 milioni di passeggeri. Se consideriamo, inoltre, che ad oggi sono stati già stipulati i contratti con le società di gestione di vari aeroporti, tra cui Bari, Bologna, Brindisi, Napoli, Palermo, Pisa, e sono state concluse le istruttorie per Catania e Cagliari, siamo quasi al 100% degli scali che sviluppano gran parte del traffico nazionale”.

(Ufficio Stampa ENAC)

Articolo scritto da JT8D il 26 Ott 2012 alle 5:26 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Enti e Istituzioni - Tags: , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus