AEROPORTO DI BOLOGNA: NEL 2012 SFIORATI I 6 MILIONI DI PASSEGGERI

La crisi economica, con impatti significativi su alcune compagnie aeree (che soprattutto nell’ultima parte dell’anno hanno ridotto rotte e frequenze), unita alle forti nevicate del febbraio scorso e al terremoto di maggio, non ha impedito all’Aeroporto di Bologna di crescere anche nel 2012. Il Marconi, infatti, ha chiuso l’anno passato con il nuovo record di traffico della storia dello scalo, arrivando a sfiorare i 6 milioni di passeggeri (per l’esattezza: 5.958.648). Con una crescita dell’1,2% sul 2011, l’aeroporto emiliano è uno dei pochi aeroporti italiani ad avere registrato il ’segno più’, a fronte di una media nazionale pari ad un -0,8% (dati Assaeroporti a novembre).

Nel dettaglio, ad aumentare sono stati soprattutto i passeggeri internazionali (4.221.120, +1,7%), spinti anche dal positivo avvio di nuove rotte (come quella per Mosca con Aeroflot) e dal potenziamento di collegamenti già esistenti (come con l’Istanbul di Turkish), mentre per i passeggeri nazionali, penalizzati soprattutto dai ‘tagli’ di Alitalia, si può parlare di sostanziale ‘tenuta’ (1.730.132, +0,3%). Riguardo alla suddivisione per tipologia di vettore, i passeggeri su voli di linea tradizionali sono stati 2.841.097, quelli su voli low cost 2.675.024, quelli su voli charter 363.668 (a questi si aggiungono anche 71.463 transiti). I movimenti totali sono stati 67.529, con una flessione del 2,3%. In contrazione (-8,4%) le merci trasportate per via aerea, pari a 28.889.670 tonnellate.

(Ufficio Stampa Aeroporto di Bologna)

Articolo scritto da JT8D il 9 Gen 2013 alle 6:46 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus