ATR CHIUDE UN 2012 RECORD PER FATTURATO E CONSEGNE

Nel 2012, ATR ha registrato un fatturato record di 1,44 miliardi di dollari. Il produttore di velivoli regionali turboelica ha inoltre messo a segno il record di consegne annuali con 64 velivoli (+18% rispetto al 2011). ATR nel 2012 ha venduto 115 aerei (74 ordini fermi e 41 opzioni), portando il proprio portafoglio ordini ad essere il maggiore tra i produttori di velivoli regionali fino a 90 posti. ATR conferma dunque la propria leadership mondiale tra i produttori di velivoli regionali. I 115 ordini sono stati firmati da ATR con 11 clienti differenti, ed includono contratti che consolidano la leadership di ATR in Asia e nella regione del Pacifico (Malaysia Airlines, TransAsia Airways, Lao Airlines, Avation) e aprono le porte a nuovi mercati in Centro e Sud America (Avianca-TACA).

Al 31 Dicembre 2012, il portafoglio ordini di ATR contava 221 aerei, il maggior backlog nel settore dei velivoli regionali fino a 90 posti. Tale backlog ha un valore pari a oltre 5 miliardi di dollari e rappresenta il 61% dei velivoli della categoria fino a 90 posti da consegnare nei prossimi anni. Rappresenta inoltre circa tre anni di produzione per ATR. ATR ha inoltre confermato il proprio successo con le compagnie aeree che operano sugli arcipelaghi e nei Caraibi (Air Tahiti, LIAT) e con le società di leasing quali la Air Lease Corporation (ALC) e la Nordic Aviation Capital (NAC). In Europa, ATR ha consegnato, per la prima volta, aerei destinati al mercato austriaco (InterSky) e ha nuovamente ottenuto la fiducia della compagnia aerea irlandese Aer Arann. Dall’inizio del programma, nel 1981, ATR ha ricevuto ordini netti per 1.254 aerei (437 ATR 42 e 817 ATR 72), più della metà dei quali a partire dal 2005.

Delle 64 consegne effettuate quest’anno, circa il 65% riguardano compagnie aeree che operano in mercati regionali in forte espansione, in particolare il Brasile, l’Indonesia e la Russia. Al termine del 2012, ATR contava 1.033 aerei consegnati (422 ATR 42 e 611 ATR 72). Filippo Bagnato, Amministratore Delegato di ATR, ha dichiarato: “Sono molto orgoglioso per i risultati ottenuti da ATR nel 2012, per la capacità dimostrata nell’aumentare la produzione e per i nuovi record raggiunti, dato l’attuale clima dell’economia globale. L’aumento della produzione nel 2012 in ATR illustra perfettamente la considerevole domanda da parte del mercato per velivoli ATR”. Ha poi aggiunto: “Siamo felici di poter supportare la crescita dei clienti e degli operatori ATR, che incrementano il loro traffico e rinnovano le proprie flotte con l’introduzione del nuovo ATR-600. Anche quest’anno l’ultima generazione di ATR ha ottenuto il massimo dei voti, e non solo da parte degli operatori regionali, ma anche dagli investitori. La popolarità di ATR tra le compagnie di leasing ne è un’ulteriore dimostrazione”

A giugno 2012 l’ATR 42-600, già in servizio, ha ottenuto la certificazione EASA. ATR rappresenta oggi l’unico produttore ad offrire una gamma di aerei da 50 e 70 posti. La nuova serie -600 di ATR vanta la certificazione più recente tra i velivoli della propria categoria e vanta le più moderne innovazioni in termini di navigazione e comfort dei passeggeri. Filippo Bagnato ha dichiarato: “La nuova serie ATR-600 è l’aereo più moderno sul mercato dei velivoli regionali ed il suo successo commerciale ne sottolinea la capacità di soddisfare le richieste e le necessità delle compagnie aeree che, in tutto il mondo, operano su tratte regionali brevi. In linea con la nostra politica di continuo sviluppo del prodotto stiamo cercando di migliorare la nostra gamma di prodotti e introdurremo a breve nuove innovazioni per migliorare ulteriormente le prestazioni e l’efficienza dei nostri aerei. Tali sviluppi permetteranno ai futuri ATR di offrire sistemi di navigazione e comunicazione capaci di integrare sistemi di gestione del traffico all’avanguardia e procedure ottimizzate per l’avvicinamento agli aeroporti”.

Incoraggiata dalla crescita delle vendite dei suoi aerei in tutto il mondo, ATR nel 2012 ha continuato ad espandere la rete di supporto degli operatori, aprendo due nuovi centri di addestramento piloti a Johannesburg, in Sud Africa, e a Singapore.

(Ufficio Stampa ATR)

Articolo scritto da JT8D il 23 Gen 2013 alle 6:59 pm.
Categorie: Industria - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus