MERIDIANA: NUOVA POLITICA BAGAGLI DAL 18 APRILE

Meridiana ha raggiunto in questi giorni il prestigioso traguardo dei 50 anni di storia fregiandosi, così, del titolo di compagnia nazionale più longeva e il cui brand è conosciuto a livello internazionale per l’esperienza, la professionalità del proprio personale e la particolare attenzione al cliente. La Compagnia, nata in Sardegna nel 1963, continua i festeggiamenti del suo compleanno con tutti i suoi passeggeri, rinnovando la politica del trasporto bagagli. A partire dal 18 aprile, infatti, tutte le tariffe della gamma Basic includono un bagaglio del peso massimo di 23 kg, anziché il solo bagaglio a mano.

“Oggi presentiamo una prima novità, che nasce dall’esigenza di semplificare le vacanze ai nostri clienti: il bagaglio in stiva incluso in tutte le tariffe della compagnia. Vogliamo essere semplici e trasparenti dando un servizio di qualità ai nostri passeggeri, attraverso una comunicazione chiara che ci distingua da altri operatori presenti sul mercato. Quando diciamo tutto incluso intendiamo veramente tutto incluso e, con l’arrivo della bella stagione, per i passeggeri il bagaglio diventa un elemento non accessorio”, ha dichiarato Andrea Andorno, direttore commerciale Meridiana.

Questa importante novità commerciale, presente da oggi sul sito www.meridiana.com e su tutti i canali di vendita, si colloca all’interno del processo di riposizionamento di Meridiana, che prevede anche una progressiva armonizzazione della flotta e un miglioramento complessivo del prodotto. La gamma tariffaria di Meridiana lanciata l’anno scorso e molto apprezzata dalla clientela, oltre alla tariffa Basic prevede una tariffa Premium, più flessibile e con un ampio ventaglio di servizi inclusi come ad esempio la pre-assegnazione del posto, l’accesso al varco fast track e la possibilità di portare ben 2 bagagli in stiva compresi nel prezzo.

(Ufficio Stampa Meridiana Fly)

Articolo scritto da JT8D il 19 Apr 2013 alle 5:40 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus