L’ENAC CONSEGNA LA CERTIFICAZIONE AEROPORTUALE ALLA SOACO PER LO SCALO DI COMISO E FORMALIZZA IL DECRETO DI APERTURA

Oggi, presso la Direzione Generale dell’Enac, a Roma, ha avuto luogo la consegna della certificazione aeroportuale alla Società di gestione SO.A.CO S.p.A. per l’aeroporto di Comiso. Contestualmente è stato formalizzato il decreto di apertura al traffico commerciale dello scalo siciliano la cui operatività inizierà a partire dal 30 maggio prossimo. La cerimonia ha avuto luogo alla presenza del Commissario Straordinario dell’Enac Vito Riggio, del Direttore Generale Alessio Quaranta, del Sindaco del Comune di Comiso Giuseppe Alfano, del Presidente della SO.A.CO. Rosario Dibennardo, delle strutture tecniche dell’Ente che hanno seguito il procedimento, dei rappresentanti della Regione Siciliana e degli Enti territoriali. La certificazione aeroportuale viene rilasciata al termine di una specifica attività da parte dei team di certificazione dell’Enac e attesta la conformità ai requisiti del Regolamento dell’Ente circa le caratteristiche fisiche dell’aeroporto, le infrastrutture, gli impianti, i sistemi e le aree limitrofe allo scalo.

La certificazione comprende anche il rispetto dei requisiti in materia di organizzazione aziendale e operativa del gestore, del manuale di aeroporto nonché del Safety Management System.Il decreto di apertura dello scalo consente l’avvio delle attività aeree e aeroportuali sulla base delle verifiche positive effettuate dall’Enac sui servizi di assistenza a terra, sulle procedure di funzionamento dello scalo e sulla presenza dei servizi erogati dagli Enti di Stato. Il Commissario Straordinario Vito Riggio, ha commentato: “L’Enac oggi ha completato la funzione, che ci è assegnata dalla legge, di certificazione degli aeroporti nazionali, anche non statali, come nel caso dell’Aeroporto di Comiso che, infatti, è uno scalo affidato dalla Regione Siciliana al Comune di Comiso. È l’unico aeroporto nuovo inaugurato da decenni e, non a caso, non è statale, a smentire il fatto che ci sia una selvaggia proliferazione di aeroporti. È un aeroporto che nasce esposto a tutte le correnti gelide che in questo momento investono l’economia e il trasporto aereo dell’intera Europa, con il calo dei passeggeri dovuto a una forte recessione. Dovrà stare in piedi con le sue gambe. Ci auguriamo che ci riesca. Facciamo i nostri migliori auguri alla società di gestione e ricordiamo che la nostra funzione è quella di certificare gli aeroporti e, a seguire, vigilare e controllare sulla sicurezza e sugli standard operativi”.

Il Direttore Generale Alessio Quaranta si è dichiarato soddisfatto: “Oggi abbiamo terminato il lungo percorso che sta portando all’apertura dell’Aeroporto di Comiso al traffico commerciale. Dal 30 maggio in poi, compatibilmente con le politiche di sviluppo che il management saprà realizzare, si potranno verificare sul campo le reali potenzialità e prospettive dell’aeroporto che potrebbe costituire uno strumento fondamentale, sia per lo sviluppo della Sicilia sud-orientale, sia come scalo alternato di Catania in caso di necessita”.

(Ufficio Stampa ENAC)

Articolo scritto da JT8D il 22 Mag 2013 alle 5:27 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Enti e Istituzioni - Tags: , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus