GRUPPO ALITALIA: RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2013

Il Consiglio di Amministrazione di Alitalia - Compagnia Aerea Italiana SpA si è riunito oggi a Roma, presieduto da Roberto Colaninno, e ha esaminato l’andamento gestionale al 31 marzo 2013, riferito al consolidato di Gruppo che è stato illustrato dall’Amministratore Delegato Gabriele Del Torchio. Nel primo trimestre 2013 lo scenario macroeconomico mondiale è rimasto debole con particolare evidenza per quello europeo ed italiano, in cui il PIL ha registrato una flessione del 2,3%. Per far fronte alla criticità sul versante della domanda, legata al contesto di crisi economico-finanziaria dell’Eurozona, oltre che al sempre più acceso scenario competitivo, il Gruppo Alitalia ha intrapreso azioni di ottimizzazione della propria capacità. Nel trimestre conclusosi al 31 marzo 2013, il Gruppo Alitalia ha registrato un incremento dei ricavi da traffico passeggeri di un +1,2% rispetto allo stesso periodo del 2012.

In particolare, nel mercato domestico, a fronte di una diminuzione complessiva del mercato dell’11% circa, Alitalia ha registrato una diminuzione del propri ricavi del 7,4%; mentre nel segmento internazionale i ricavi sono aumentati dell’1,1% e in quello intercontinentale dell’ 11,5%. Nel periodo è significativamente migliorato anche il tasso di riempimento degli aerei (load factor), dal 68,8% al 70,7%, pari a un incremento di 1,9 punti percentuali. Nel primo trimestre del 2013 il Gruppo Alitalia ha rinforzato la propria offerta, prevalentemente sulle direttrici intercontinentale e internazionale, inaugurando nuove rotte da Roma Fiumicino verso Fortaleza, Praga, Bilbao, Copenaghen, Ekaterinburg, Cracovia, Montpellier e Orano, oltre ad alcune rotte domestiche operate dallo Smart Carrier Air One dalla base di Venezia.

I ricavi totali del periodo ammontano a 729 ml. €; a questo numero hanno contribuito il già richiamato incremento della gestione passeggeri e il decremento dei proventi non ricorrenti che ammontano a 22 ml. € rispetto ai 69 ml. € del primo trimestre 2012. Il risultato operativo (Ebit) è stato pari a -136 ml. €, rispetto ai - 109 ml. € dello stesso trimestre dello scorso anno, mentre il risultato netto è stato di -157 ml. €, rispetto a -131 ml. € dell’analogo periodo del 2012. Anche in questo caso il risultato è stato determinato dalla forte diminuzione dei proventi non ricorrenti. L’indebitamento finanziario netto gestionale al 31 marzo risulta pari a 1.023 ml. €, inclusi i 95 ml. € del finanziamento soci, rispetto ai 967 ml. € al 31.12.2012; di questa voce la quota per l’indebitamento sulla flotta di aerei di proprietà è pari a 636 ml. €. Al termine del trimestre, la disponibilità liquida totale gestionale - comprendente le linee di credito non utilizzate - risulta pari a 159 ml. €. L’amministratore delegato Gabriele Del Torchio ha annunciato al CDA che è in corso l’elaborazione del piano industriale 2013/2016, che si prevede di sottoporre al CDA a fine Giugno.

Nel periodo gennaio - marzo 2013 i risultati dei principali parametri di qualità e affidabilità del servizio hanno mantenuto livelli di eccellenza. La puntualità dei voli in arrivo è stata del 87%, consentendo ad Alitalia di mantenere le prime posizioni nella graduatoria delle compagnie aeree più puntuali d’Europa. Nel trimestre, anche l’indice di regolarità dei voli Alitalia - ovvero il numero di voli operati sul totale dei collegamenti in programma - ha raggiunto il 99,5%. Confermato il costante miglioramento dell’indice dei bagagli disguidati che si attesta al 5,5 per mille passeggeri, ponendo Alitalia tra le miglior compagnie aeree europee. L’ l’Istituto Tedesco di Qualità e finanza (ITQF), ha pubblicato nelle scorse settimane la sua prima ricerca sui consumatori italiani, per i quali Alitalia è l’azienda a cui viene riconosciuta la miglior qualità del servizio per viaggiare sul territorio nazionale.

(Ufficio Stampa Alitalia)

Articolo scritto da JT8D il 27 Mag 2013 alle 5:30 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus