MERIDIANA FESTEGGIA I SUOI 50 ANNI A VERONA CON IL LANCIO DELLA SUA NUOVA CAMPAGNA E DI UN BRAND UNICO

Proseguono i festeggiamenti per il 50° anniversario di Meridiana: la Compagnia, dopo Milano e Roma, ha scelto infatti Verona, città storicamente collegata dal vettore, per festeggiare insieme a tutti i suoi ospiti il prestigioso traguardo che le permette di fregiarsi del titolo di vettore più longevo d’Italia. Meridiana è stata infatti una delle prime compagnie aeree ad operare presso l’aeroporto Catullo sin dal 1988, quando iniziò i suoi collegamenti nazionali da Verona per la Sicilia e la Sardegna. Negli anni a seguire, l’impegno del vettore sullo scalo scaligero si è ulteriormente rafforzato e ha permesso un’offerta di voli sempre più varia ed adeguata alle esigenze dei 14 milioni di passeggeri che hanno viaggiato con Meridiana dal primo anno di operatività su Verona al 2012.

La programmazione prevista durante la stagione estiva costituisce un’ulteriore conferma dell’interesse di Meridiana sull’aeroporto Catullo, sul quale ha pianificato 70 partenze settimanali di linea verso Alghero, Cagliari, Catania, Napoli, Olbia, Palermo e Chisinau che si aggiungono all’ampia offerta di collegamenti charter/leisure verso Lampedusa, le isole greche, Mahon, Canarie e Tel Aviv per un’offerta complessiva di circa 29.000 posti settimanali. La Compagnia, nata nel 1963, con il suo patrimonio di professionalità, esperienza e competenza sta proseguendo nel suo processo di riposizionamento e coerentemente con l’adozione del nuovo marchio, Meridiana sta procedendo al re-branding di tutti gli aeromobili del Gruppo con una sola livrea che conferma l’utilizzo dei colori e del brand tradizionale. Il traguardo speciale dei 50 anni non poteva che essere accompagnato da una chiara valorizzazione della mission di Meridiana che da sempre la contraddistingue rispetto ai competitors e che oggi le permette di essere riconosciuta a livello internazionale.

Questo è stato possibile grazie anche ad una politica tariffaria trasparente, competitiva di cui sono testimonianza le azioni commerciali delle ultime settimane: La possibilità di portare con sé un bagaglio gratis in stiva anche per chi acquista la tariffa base; Il rinnovamento dei servizi carnet: dal 5 aprile è stata confermata la possibilità di comprare un carnet valido su tutte le destinazioni italiane con un aumento dei vantaggi per i clienti; Dal 28 marzo è inoltre possibile scaricare le apps Iphone, Ipad, Android e Samsung dai relativi marketplace, che permettono un percorso semplice e veloce di acquisto e di gestione servizi di viaggio.

Il 2013 è per Meridiana un anno davvero speciale, con tante novità che saranno presentate nelle prossime settimane. Ne anticipiamo alcune: Dal prossimo giugno su tutti gli aeromobili si potrà usufruire di un servizio a bordo migliorativo per garantire ai passeggeri un’esperienza di viaggio ancora più confortevole; Per chi segue i social network, Meridiana ha già in programma un concorso per tutti gli amici che seguono il vettore su Facebook e che potranno partecipare e vincere un viaggio per una delle sue destinazioni; Altre novità commerciali verranno lanciate nella prossima stagione Winter e consolideranno sempre di più Meridiana come un vettore di riferimento sul mercato italiano.

E’ proprio in questo importante percorso di rinnovamento che si inserisce la recente operazione che ha portato Meridiana Spa, con il completamento dell’Opa avvenuto nei giorni scorsi, a detenere direttamente il 96,42% del capitale sociale di Meridiana fly e al conseguente avvio del processo di delisting della Compagnia. Meridiana, per il suo compleanno, si è voluta regalare una nuova campagna pubblicitaria dal titolo “Non smettere di guardare in alto”, un invito rivolto a tutti che proviene da una compagnia solida e con una grande tradizione alle spalle.

(Ufficio Stampa Meridiana - Garda Aeroporti)

Articolo scritto da JT8D il 29 Mag 2013 alle 5:30 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus