BOEING: CINQUE ANNI DI MIGLIORATE PERFORMANCE AMBIENTALI

Migliori performance ambientali dal 2007 al 2012, nonostante le consegne degli aerei siano aumentate del 50%. Lo ha reso noto Boeing, presentando il suo Rapporto Annuale. I dipendenti degli uffici e della produzione Boeing, infatti, hanno consumato meno energia e una quantità inferiore d’acqua; ridotto le emissioni di anidride carbonica, prodotto meno rifiuti pericolosi e inviato meno rifiuti solidi alle discariche. I progressi ambientali sono arrivati nello stesso momento in cui Boeing ha aperto il più grande stabilimento di produzione a North Charleston, in South Carolina, e creato oltre 13.000 nuovi posti di lavoro. “Cinque anni fa ci siamo dati degli obiettivi ambiziosi per ridurre la nostra impronta ambientale incrementando, allo stesso tempo, il nostro business. Grazie all’impegno e al duro lavoro di tutti in Boeing, abbiamo raggiunto questo traguardo e siamo pronti a fare ulteriori progressi negli anni a venire”, ha dichiarato Kim Smith, vice president Boeing di Ambiente, Salute e Sicurezza.

Ecco alcuni highlight del report 2013: sulla base del reddito netto effettivo, a partire dal 2007 gli stabilimenti Boeing hanno ridotto del 33% la produzione di rifiuti pericolosi, del 26% le emissioni di anidride carbonica, del 21% il consumo di energia e del 20% il consumo d’acqua. Su base assoluta, le riduzioni sono state pari al 18% dei rifiuti pericolosi, al 9% delle emissioni di anidride carbonica, al 3% del consumo di energia e al 2% del consumo d’acqua. Nel 2012, il 79% dei rifiuti solidi prodotti da Boeing è stato portato nelle discariche, con un miglioramento del 36% rispetto al 2007. Le riduzioni di anidride carbonica fatte da Boeing in cinque anni sono state equivalenti all’eliminazione dalla circolazione di 87.000 auto per un anno. Boeing si impegna a raggiungere la crescita zero di anidride carbonica entro il 2017, incrementando contemporaneamente la produzione di aerei.

Il 737 MAX, attualmente in fase di sviluppo, ha un’impronta ecologica inferiore del 13% rispetto alla maggior parte degli aerei attuali a corridoio singolo. Il 787 Dreamliner ha consumi più bassi del 20% rispetto agli altri aerei della sua stessa categoria e costituisce il punto di riferimento per l’industria aerospaziale. Nel 2012 Boeing ha completato il primo progetto ecoDemonstrator, concepito per accelerare lo sviluppo di prodotti, materiali e progetti avanzati dal punto di vista ambientale. Boeing è a capo della collaborazione mondiale per ridurre l’uso di sostanze chimiche nei prodotti aerospaziali e per incrementare l’efficienza del network globale del traffico aereo, che ridurrà le emissioni in modo significativo. Per leggere il Report Ambientale Boeing 2013, visitare il sito:www.boeing.com/environment.

(Ufficio Stampa Boeing)

Articolo scritto da JT8D il 25 Giu 2013 alle 5:26 pm.
Categorie: Industria - Tags: ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus