IL PROGRAMMA FREQUENT FLYER TOPBONUS AIRBERLIN AL TOP DELLA CLASSIFICA MONDIALE

Il programma frequent flyer di airberlin topbonus è stato premiato per la quarta volta consecutiva come il programma di loyalty con il maggior numero di voli omaggio. La prestigiosa società statunitense di consulenza IdeaWorks Company è giunta a questo risultato prendendo in esame 7.560 richieste di prenotazione pervenute a marzo 2013 su 25 siti di programmi frequent flyer. I risultati della ricerca relativi al periodo compreso tra giugno e ottobre 2013 hanno rappresentato la base dell’analisi. Tra gli altri, nella ricerca figuravano i principali programmi frequent flyer del mondo. Attualmente sono già più di 3 milioni i passeggeri che partecipano al programma topbonus e che usufruiscono dei vantaggi esclusivi offerti dai numerosi partner topbonus: alberghi, autonoleggi, assicurazioni e riviste.

Grazie all’adesione di airberlin a oneworld, topbonus è diventato ancora più vantaggioso per i frequent flyer: i titolari di una carta di status topbonus hanno infatti accesso alle oneworld Airport Lounges di tutto il mondo. Ulteriori informazioni sul programma frequent flyer di airberlin sono disponibili online, visitando airberlin.com/topbonus. topbonus è il secondo programma frequent flyer in Germania e uno dei programmi leader di fidelizzazione clienti, con oltre 3 milioni di partecipanti. Con oltre 120 rinomate società associate a livello mondiale, i partecipanti accumulano miglia topbonus, che possono essere riscattate per voli premio, e altri vantaggi esclusivi. Il programma topbonus ha ricevuto diversi premi, tra cui il Loyalty Award 2010. Dal 18 dicembre topbonus opera come società autonoma sotto il nome topbonus Ltd.. Come gestore del programma frequent flyer di airberlin, topbonus continua ad essere strettamente legata alla compagnia aerea.

(Ufficio Stampa topbonus airberlin)

Articolo scritto da JT8D il 26 Giu 2013 alle 5:25 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus