38° ASSEMBLEA GENERALE DELL’ICAO: L’ITALIA RICONFERMATA TRA LE NAZIONI LEADER NELL’AVIAZIONE

Ieri, sabato 28 settembre, a Montreal, i delegati della 38a Assemblea Generale dell’ICAO (International Civil Aviation Organization), l’organismo dell’ONU che riunisce le autorità per l’aviazione civile di 191 Stati, hanno votato per il rinnovo dei Paesi membri del Consiglio. L’Italia è stata riconfermata in prima fascia ottenendo 150 voti su 173 votanti, ovvero 4 voti in più rispetto alle elezioni di tre anni fa, riaffermando, pertanto, un ruolo da leader tra le Nazioni aeronauticamente più avanzate. L’Assemblea, che è in corso dal 24 settembre al 4 ottobre, si riunisce una volta ogni tre anni ed è convocata dal Consiglio dell’ICAO proprio per stabilire la politica dell’Organizzazione per il successivo triennio. Nel Consiglio dell’ICAO sono presenti 36 Paesi suddivisi in tre fasce: ogni tre anni la collettività dei 191 Stati membri sceglie quali debbano essere le Nazioni presenti in Consiglio e in quale fascia debbano essere collocate. L’elezione di ieri è una riconferma dell’autorevolezza, nel settore del trasporto aereo internazionale, dell’Italia e del lavoro svolto dall’Enac, dal Ministero degli Affari Esteri, dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e dalla delegazione italiana che rappresenta permanentemente il nostro Paese presso Montreal, sede centrale dell’ICAO.

All’interno dell’ICAO l’Italia, che è membro del Consiglio dal 1951, partecipa al raggiungimento degli obiettivi strategici dell’Organizzazione contribuendo a migliorarne l’efficacia e sostenendo la promozione della cooperazione tra gli Stati membri per un sicuro, efficace e sostenibile miglioramento del trasporto aereo. La rappresentanza italiana alla 38a Assemblea, come da decreto del Ministro degli Affari Esteri, è guidata dal Direttore Generale dell’Enac Alessio Quaranta il quale prende parte, insieme agli altri delegati nazionali, alle varie sezioni di lavoro finalizzate ad analizzare le attività che sono state svolte dalla precedente assemblea e ad approvare il programma e il budget dell’Organizzazione per il triennio successivo, quindi fino alla prossima sessione prevista nel 2016. I Capi delegazione alternati, individuati sempre attraverso decreto dalla Farnesina, sono il Console Generale d’Italia a Montreal, Enrico Padula che è anche il Rappresentante Permanente nel Consiglio ICAO, e il Vice Direttore Generale dell’Enac, Benedetto Marasà. Fanno parte della delegazione altri dirigenti dell’Enac, rappresentanti dell’Aeronautica Militare e dell’Enav.

L’Assemblea rappresenta anche un’occasione favorevole per una serie di incontri bilaterali tra Stati. Il Direttore Generale Quaranta, infatti, si è confrontato con numerosi omologhi di altre Nazioni e, in particolare, ha avuto incontri di estrema rilevanza con la Transportation Security Administration (TSA), organismo americano deputato alla sicurezza nell’accezione di security, con il Department of Transportation, il dipartimento dei Trasporti degli Stati Uniti, e con l’autorità per l’aviazione civile dell’Australia. Il risultato è anche frutto della ottima collaborazione instauratasi in questi anni con il Ministero degli Affari Esteri e con tutta la rete diplomatica, con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e con l’industria aeronautica nazionale, peraltro presente a Montreal, consolidando l’immagine del sistema Paese Italia. Ciò ha consentito di avviare importanti sinergie con gli altri Stati membri che consentiranno un ulteriore consolidamento dell’Italia nell’ambito dell’industria aeronautica finalizzato a rafforzare la presenza nel settore internazionale.

Nell’ambito delle due settimane di durata della 38a Assemblea Generale dell’ICAO, vengono trattati temi di rilievo per l’aviazione civile internazionale. Tra gli argomenti al centro del dibattito vanno ricordati: la sicurezza del volo, la security, la gestione del traffico aereo, l’economia dell’aviazione e l’impatto climatico. Particolare attenzione è riservata proprio alla questione del cambiamento climatico, in quanto uno dei principali obiettivi del trasporto aereo, condiviso da governi e compagnie aeree, è rappresentato dall’aumento della sostenibilità ambientale e dal raggiungimento di zero emissioni di carbonio nel prossimo futuro.

(Ufficio Stampa ENAC)

Articolo scritto da JT8D il 29 Set 2013 alle 11:25 am.
Categorie: Enti e Istituzioni - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus