EUROCOPTER AUMENTA LA CAPACITA’ PRODUTTIVA NEGLI STATI UNITI

A partire dal 2014 Eurocopter installerà la capacità industriale necessaria per adeguare l’impianto di American Eurocopter a Columbus, in Mississippi, per l’assemblaggio finale e i test degli elicotteri Eurocopter AS350, il modello civile “top selling” del mercato statunitense. Il piano è stato sviluppato secondo due obiettivi principali: innanzitutto come via per compensare l’impatto della riduzione della produzione locale di elicotteri Lakota UH-72A e in secondo luogo per dare impulso alle vendite sul mercato statunitense specialmente nell’ambito delle agenzie governative e delle forze dell’ordine. “Per Eurocopter il Nord America rappresenta il più grande mercato del mondo per il comparto degli elicotteri leggeri e questa nuova linea di assemblaggio supporta la nostra strategia industriale con la produzione dell’AS350 in stretta vicinanza con i nostri clienti”, ha dichiarato Joseph Saporito, Executive Vice President Global Supply Chain di Eurocopter. “Questa decisione è un ulteriore supporto ai nostri investimenti che hanno portato allo sviluppo di capacità industriali locali affidabili ed efficienti in un mercato con forti previsioni di crescita”.

Il piano prevede che l’impianto di Columbus diventi un sito per l’assemblaggio finale e per i test dell’AS350 utilizzando componenti prodotti da Eurocopter e dai suoi fornitori, oltre che per la produzione continua e l’ammodernamento degli elicotteri Lakota UH-72A per l’esercito degli Stati Uniti, per altre agenzie federali e per clienti militari stranieri. “Sono estremamente lieto di annunciare che saremo in grado di mantenere ed espandere le attività del sito di Columbus e tenere i nostri lavoratori qualificati”, ha commentato Marc Paganini, Presidente e CEO di American Eurocopter. “Le nostre squadre in Mississippi hanno fatto un ottimo lavoro per produrre i Lakota per l’esercito e vogliamo ore mettere la loro esperienza nella costruzione di elicotteri per il mercato civile degli Stati Uniti”.

I preparativi cominceranno quasi immediatamente, con l’inizio della produzione della linea di assemblaggio finale previsto per il quarto trimestre del 2014. Si prevede un’espansione delle operazioni nel 2015 e l’impianto arriverà a produrre fino a 60 elicotteri aggiuntivi ogni anno entro il 2016. L’impianto di Columbus, il secondo sito più importante di American Eurocopter oltre alla sede di Grand Prairie in Texas, ha attualmente in carico l’assemblaggio e i test dell’aeromobile UH-72A Lakota, di cui sono stati consegnati oltre 280 esemplari secondo il budget e i termini di consegna previsti. Le squadre che ci lavorano gestiscono inoltre una parte dell’assemblaggio dell’AS350 a partire dai kit per i test di volo per la certificazione, prima dell’invio dell’aeromobile ai centri di completamento, dove vengono installati gli interni, la strumentazione e le attrezzature speciali come richiesto dai clienti.

Lo sviluppo di Eurocopter a livello internazionale consente al Gruppo di rispondere al meglio alle esigenze dei clienti, consentendo di essere presenti nelle vicinanze dei clienti, ovunque si trovino nel mondo. Questo consente, oltre alla vicinanza, un’internalizzazione di attività di alto valore in mercati chiave e rafforza l’impegno del Gruppo nella creazione di forti punti di affermazione a livello locale nei mercati emergenti come in quelli già consolidati. Sono 3.549 gli elicotteri AS350 attualmente in uso in tutto il mondo, di cui un quarto negli Stati Uniti, e rappresentano quasi il 40% della flotta mondiale Eurocopter in servizio. Nel 2012 American Eurocopter ha consegnato 42 nuovi elicotteri AS350. “Gli AS350 superano tutti gli elicotteri monomotore per prestazioni, versatilità, sicurezza e acquisizione competitiva e costi di manutenzione. Sono la prima scelta nel mercato statunitense per le forze dell’ordine e i fornitori dei servizi di emergenza medica con elisoccorso”.

(Ufficio Stampa Eurocopter)

Articolo scritto da JT8D il 9 Ott 2013 alle 5:37 pm.
Categorie: Industria - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus