LUFTHANSA MODIFICHERA’ 157 AEROMOBILI A320 FAMILY PER RIDURRE IL RUMORE

Lufthansa intende modificare un totale di 157 aerei della famiglia A320, da gennaio 2014, per la riduzione del rumore. Questi aerei collegano gli hub Lufthansa di Francoforte e Monaco di Baviera con le destinazioni del suo network europeo. Il produttore Airbus ha sviluppato dei vortex generator per la famiglia A320: questi sono basati sui risultati di ricerche effettuate da Lufthansa e dal German Aerospace Center. Misurazioni hanno mostrato che i vortex generator eliminano due toni sgradevoli, e quindi riducono il rumore totale generato dall’aereo in approach per un massimo di due decibel. Possono essere montati sia sugli aeromobili già in servizio che sui nuovi Airbus A319, A320 e A321 che sono ancora da consegnare.

“Montando questi vortex generator alla nostra flotta di breve e medio raggio Airbus, stiamo continuando ad investire nella protezione attiva del rumore”, dice Kay Kratky, membro di Lufthansa German Airlines Board, Operation & Hub Frankfurt. “Oltre alla vasta modernizzazione della nostra flotta nei prossimi anni, questo è uno dei tanti passi che stiamo adottando per ridurre il rumore. Questo mostra il nostro impegno a lavorare per un equilibrio tra gli interessi del trasporto aereo e dei residenti locali, in particolare presso i nostri hub”.

I toni che i vortex generator eliminano vengono creati sul lato inferiore dell’ala, dalle pressure equalisation vents dei fuel tanks. I flussi d’aria che passano su di loro in volo hanno un effetto simile a quello che si ha soffiando attraverso la bocca di una bottiglia. I nuovi componenti creano un vortice di fronte ai vents, e prevengono così il rumore. La modifica della flotta esistente inizierà nei primi mesi del 2014. Tutte le nuove consegne di A320 e A321 per Lufthansa saranno equipaggiate di serie con i vortex generator.

(Ufficio Stampa Deutsche Lufthansa AG)

Articolo scritto da JT8D il 29 Ott 2013 alle 8:16 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze, Industria - Tags: , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus