BOEING COLLABORA CON IL NUOVO TEAM BIOJET DI ABU DHABI PER SVILUPPARE LA FONITURA DI BIOCARBURANTE NEGLI EMIRATI ARABI

Boeing, Etihad Airways, Takreer, Total e l’Istituto di Scienza e Tecnologia Masdar hanno annunciato la loro collaborazione su una nuova iniziativa per supportare l’industria del biocarburante per l’aviazione negli Emirati Arabi. “BIOjet Abu Dhabi: Flight Path to Sustainability” coinvolgerà un ampio gruppo di stakeholder per sviluppare una struttura completa per la catena di fornitura di biocarburante negli Emirati Arabi. Tale iniziativa è focalizzata sulla ricerca, lo sviluppo e gli investimenti nella produzione di materie prime e nelle capacità di raffinazione negli Emirati e nel mondo. Etihad Airways ha sancito il suo impegno per questo obiettivo con un volo dimostrativo di 45 minuti di un Boeing 777-300ER alimentato in parte da biocarburante sostenibile prodotto negli Emirati stessi. Il biocarburante era stato parzialmente convertito da piante da parte di Total e raffinato in carburante aereo da Takreer, una società sussidiaria totalmente controllata dalla National Oil Co. di Abu Dhabi (ADNOC).

Gli Emirati Arabi Uniti sono tra i pochi Paesi ad aver prodotto e fatto volare in proprio il biocarburante per l’aviazione, che rilascia almeno il 50% in meno di anidride carbonica rispetto al carburante fossile durante il suo ciclo di vita. “Il nostro obiettivo, in collaborazione con i nostri partner-chiave, è di supportare e aiutare a spingere la commercializzazione del carburante per l’aviazione sostenibile ad Abu Dhabi, nel Paese e anche globalmente”, ha dichiarato il Presidente e CEO di Etihad Airways James Hogan. “Abbiamo compiuto alcuni importanti primi passi in questo processo e il nostro focus continuo sarà di sviluppare ulteriori iniziative come questa, che faciliteranno la disponibilità di biocarburanti sostenibili per l’aviazione per Etihad Airways negli anni a venire”. Boeing ed Etihad sono inoltre i partner fondatori del Consorzio di ricerca per la bioenergia sostenibile, ospitato nella sede dell’Istituto Masdar ad Abu Dhabi. Il consorzio svolge ricerche e sviluppa piante resistenti al sale che potrebbero costituire delle materie prime per gli stessi processi di raffinazione usati per produrre carburante rinnovabile per i voli di Etihad Airways.

Il volo e l’annuncio di BIOjet introducono la Settimana della Sostenibilità ad Abu Dhabi e il summit World Future Energy. Queste attività e la ricerca dell’Istituto Masdar sul biocarburante per l’aviazione sono allineate con la Economic Vision 2030 di Abu Dhabi, che cerca di sviluppare fonti di energia sostenibile per diversificare l’economia degli Emirati e incrementare le opportunità di lavoro nel Paese. “Con ulteriore impegno e investimenti mirati, gli Emirati Arabi Uniti, leader mondiali dell’aviazione commerciale, sono ben posizionati per guidare l’impegno a rendere la nostra industria più sostenibile”, ha commentato Jeffrey Johnson, presidente di Boeing Medio Oriente. “Boeing lavora con partner in tutto il mondo per far progredire lo sviluppo del biocarburante sostenibile e vede grandi opportunità per il BIOjet di avere un impatto positivo negli Emirati e nel mondo”.

“Takreer è orgogliosa di essere stata coinvolta nel processo di raffinazione di questo biocarburante per l’aviazione nel suo centro di ricerca ad Abu Dhabi”, ha aggiunto il CEO di Takreer, Jasem Ali Al Sayegh. “Noi sosteniamo il concetto dell’utilizzo dei biocarburanti come carburanti per l’aviazione sostenibile per un futuro più pulito, in linea con le direttive sulla sostenibilità dell’Abu Dhabi National Oil Company (ADNOC). Consideriamo questa strategia complementare ai nostri progetti futuri di soddisfare la rapida crescita della domanda di carburante aereo nel Paese in vista dell’espansione delle operazioni delle compagnie aeree in loco”.

Etihad Airways è una compagnia aerea leader dell’industria nel supportare lo sviluppo dei carburanti rinnovabili a basso contenuto di CO2. È membro del Sustainable Aviation Fuel Users Group (SAFUG) e ha operato il primo volo a biocarburante della regione del Golfo a gennaio del 2011, da Seattle ad Abu Dhabi, con un Boeing 777 alimentato con una miscela di carburante classico basato sul petrolio e carburante certificato derivato dalle piante. Boeing collabora con compagnie aeree, istituzioni di ricerca, governi e altri stakeholder per sviluppare la catena di fornitura di carburante sostenibile in tutto il mondo compresi gli Stati Uniti, il Medio Oriente, la Cina, il Brasile, l’Europa e l’Australia.

(Ufficio Stampa Boeing)

Articolo scritto da JT8D il 20 Gen 2014 alle 6:44 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze, Industria - Tags: , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus