ATR AUMENTA IL FATTURATO DEL 13% NEL 2013 E RESTA LEADER NEL MERCATO DELL’AVIAZIONE REGIONALE

ATR ha chiuso il 2013 aumentando il fatturato a US $ 1.63 miliardi, con un incremento del 13% rispetto all’anno precedente. Nel frattempo ATR ha continuato ad aumentare il ritmo delle sue consegne, consentendo di raggiungere un nuovo record con 74 velivoli consegnati ai clienti nel corso dell’anno, un aumento del 16% rispetto alle 64 consegne del 2012 e del 37% rispetto alle 54 consegne del 2011. Accanto a questi risultati si è registrata la vendita di un totale di 195 aeromobili (89 ordini fermi e 106 opzioni), con un backlog di 221 firm orders al 31 dicembre 2013. Le 89 vendite, insieme con le 106 opzioni, provengono da 14 clienti. Questi ordini fermi rappresentano un incremento del 20% rispetto agli ordini dell’anno precedente. Il 2013 ha inoltre confermato il crescente interesse delle società di leasing per ATR. Negli ultimi cinque anni ATR ha rappresentato quasi l’85% delle vendite di tutti gli aeromobili con meno di 90 posti nelle regioni dell’America Latina e dei paesi a più rapida crescita nel Sudest asiatico, confermando il loro interesse per velivoli regional utilizzati per sviluppare il loro network a corto raggio.

Negli ultimi anni gli ATR hanno stabilito una posizione chiara come il miglior aeromobile venduto con meno di 90 posti tra tutti gli aerei regionali (35% delle vendite totali dal 2010), ponendo l’ATR serie -600 come il nuovo punto di riferimento per l’aviazione regionale.

Le 74 consegne effettuate nel 2013 rappresentano non solo un nuovo record annuale, ma evidenziano anche il notevole aumento del tasso di consegne, per rispondere alla forte domanda di ATR in tutto il mondo. Ad oggi, oltre 130 ATR della serie -600 sono già operativi. Dal momento che il programma è iniziato nel 1981, ATR ha ricevuto ordini netti per 1.328 aerei (443 ATR 42 e 885 ATR 72), e a fine 2013 ATR ha consegnato 1.107 aerei (429 ATR 42 e 678 ATR 72).

Al 31 dicembre 2013 ATR ha un portafoglio ordini di 221 aeromobili. Il valore di questi aeromobili è stimato in 5,3 miliardi di dollari, e questo backlog rappresenta quasi tre anni di produzione e consente ad ATR di continuare ad aumentare il suo tasso di consegna previsto per i prossimi anni. Nel 2013 ATR inoltre ha confermato la firma di numerosi accordi di manutenzione globale (GMA). Filippo Bagnato, Amministratore Delegato di ATR si è detto molto soddisfatto: “Con i nuovi risultati record della società, ancora una volta quest’anno abbiamo continuato ad espandere la nostra presenza in tutto il mondo e a consolidare l’attrattiva dei nostri prodotti e dei nostri servizi a circa 190 compagnie operative. Siamo molto orgogliosi di avere il più grande portafoglio di operatori di tutti i costruttori di velivoli regionali”. Bagnato ha aggiunto: “Continueremo a migliorare i nostri aerei e ad ampliare ulteriormente la nostra capacità di produzione, e svilupperemo ulteriormente il sostegno che forniamo agli operatori. Questi sono i pilastri fondamentali del successo di ATR oggi”.

(Ufficio Stampa ATR)

Articolo scritto da JT8D il 23 Gen 2014 alle 6:26 pm.
Categorie: Industria - Tags: , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus