ETIHAD REGIONAL: ACCORDO DI LEASING PER QUATTRO AEROMOBILI ATR 72-500

Etihad Regional annuncia oggi di aver concluso un accordo per il leasing di quattro aeromobili ATR 72-500 che verranno utilizzati per potenziare la flotta regionale del vettore portandola a 12 velivoli e supportando la rapida estensione del network. I quattro aeromobili saranno in consegna tra aprile e giugno 2014, il primo è previsto in arrivo per l’1 di aprile e atterrerà all’aeroporto internazione di Ginevra. Il vettore, al momento, opera con una flotta composta da otto velivoli Saab 2000 turbopropeller da 50 posti. Etihad Regional configurerà ogni nuovo aeromobile con 68 posti a sedere. Dando particolare attenzione al comfort, grazie all’attenta progettazione dell’abitacolo e delle cappelliere che garantirà ancora più spazio per i passeggeri. Il leasing degli aeromobili è stato commissionato all’azienda Nordic Aviation Capital (NAC), la più grande compagnia di noleggio di turbopropeller, con base a Billund in Danimarca.

La nuova flotta è stata annunciata durante la conferenza stampa congiunta di Etihad Regional e ATR tenutasi stamattina a Lugano e segue il recente lancio di diverse nuove rotte operate dalla compagnia aerea basata in Svizzera, alcune delle quali già attive. Maurizio Merlo, Chief Executive Officer di Etihad Regional commenta: “L’annuncio odierno segna l’inizio del programma d’espansione della nostra flotta, parte della nostra strategia che si pone l’obiettivo di operare il nostro crescente network e le nuove frequenze con gli aeromobili più adeguati. Aver scelto degli ATR per questo step successivo è stata una scelta logica. Gli aeromobili ATR possiedono i più bassi costi nella loro categoria, sono ideali per operare nelle rotte di corto raggio, possono volare in diverse condizioni climatiche e hanno costi di mantenimento relativamente bassi. Gli ATR 72-500 non sono conosciuti solo per la loro affidabilità e tecnologia, ma anche come gli aeromobili turbopropeller più venduti sul mercato”.

Peter Baumgartner, Vice Chairman di Etihad Regional commenta: “Il comfort e la configurazione dei nuovi aeromobili contribuiranno all’ammodernamento della flotta di Etihad Regional, ma anche al miglioramento della qualità del prodotto così come l’espansione dei suoi operativi regionali. Questi aeromobili permetteranno a Etihad Regional di espandere ancor di più il numero delle tratte operate, collegando così alcune delle destinazioni chiave europee con il resto del nostro network e agli hub di Etihad Airways e dei suoi equity partner, permettendo ai viaggiatori di muoversi più comodamente in tutta Europa”.

Filippo Bagnato, Chief Executive Officer di ATR afferma: “Siamo entusiasti d’essere stati scelti da Etihad Regional e siamo pronti a supportare il piano di crescita del vettore. Grazie all’utilizzo dei nuovi ATR 72-500, Etihad Regional volerà con degli aeromobili moderni che non si limiteranno ad offrire un’alta efficienza ed un comfort passeggeri eccezionale, ma produrranno anche un basso impatto ambientale”.

Martin Møller, Chairman di NAC dichiara: “Siamo lieti di lavorare con Etihad Regional proprio in questo momento di importante crescita del vettore e non vediamo l’ora di proseguire con una collaborazione sempre più produttiva e di lungo termine. Il nostro ampio portfolio di aeromobili regionali combinato con la nostra conoscenza ed esperienza, ci permette di rispondere velocemente alla commissione assegnataci consegnando in leasing una flotta di alta qualità, corrispondente alle indicazioni forniteci da Etihad Regional”.

Etihad Regional ha già avviato il reclutamento dell’equipaggio per i quattro ATR 72-500 e prevede di assumere un totale di 40 nuovi membri dell’equipaggio, che opereranno sulla nuova flotta. Il vettore è in procinto, inoltre, di assumere 16 comandanti e 16 primi ufficiali portando così il numero complessivo ad un totale di 115 piloti.

(Ufficio Stampa Etihad Regional)

Articolo scritto da JT8D il 13 Mar 2014 alle 7:21 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze, Industria - Tags: , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus