ALITALIA: LE PERFORMANCE OPERATIVE A MARZO E NEL PRIMO TRIMESTRE 2014

Oltre 280.000 passeggeri viaggeranno con Alitalia nei giorni delle festività di Pasqua (18-22 aprile). Dato in forte crescita, +12,5%, rispetto a Pasqua 2013. In particolare il traffico sull’hub di Roma Fiumicino sarà di oltre 205.000 viaggiatori, con incremento del 10% a confronto con l’anno passato. Più in generale nel periodo 18 aprile - 5 maggio, includendo, quindi, oltre al periodo pasquale anche le celebrazioni per le canonizzazioni dei Pontefici Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II e i ponti del 25 aprile e 1 maggio, sono attesi sui voli Alitalia circa un milione di passeggeri. Il 74% dei viaggiatori transiterà per l’aeroporto Leonardo da Vinci di Roma Fiumicino a conferma del gradimento della clientela per il progetto Re-Hubbing dello scorso inverno che ha rivisto gli orari di connessione, garantendo orari più comodi per i passeggeri in partenza dagli altri scali italiani e internazionali.

Le mete preferite per le vacanze sono Sicilia (Catania, Palermo), Sardegna (Cagliari), Puglia (Bari) e Calabria (Lamezia Terme) per i voli nazionali; Parigi, Amsterdam, Madrid, Atene e Tel Aviv per le rotte internazionali, e New York, San Paolo, Buenos Aires e Tokyo per i viaggi di lungo raggio.

A marzo 2014 cresce il tasso di riempimento (load factor) dei voli Alitalia, rispetto allo stesso mese del 2013. Nel mese, il riempimento dei voli Alitalia ha raggiunto il 75,6%, con un incremento di 1 punto percentuale rispetto a marzo 2013, quando il dato si era attestato al 74,6%. I passeggeri trasportati da Alitalia nel mese di marzo 2014 sono stati 1.684.987, con una lieve contrazione rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, dovuta, in particolare, al fatto che le festività di Pasqua nel 2013, periodo di grande traffico di passeggeri, sono coincise con la fine di marzo. Nei primi tre mesi del 2014 la Compagnia ha registrato dati di traffico positivi che premiano gli sforzi fatti verso la crescita sulle direttrici internazionali e intercontinentali e la riorganizzazione dei voli sul comparto domestico.

Da gennaio a marzo 2014 Alitalia ha trasportato 4.542.314 passeggeri, un dato in sostanziale pareggio rispetto a quello dei primi tre mesi del 2013, con un incremento del load factor di 1,1 punti percentuali: dal 70,7% dei primi tre mesi dell’anno scorso, si è passati al 71,7% del periodo gennaio-marzo del 2014. Sulle direttrici intercontinentali Alitalia chiude il trimestre con un tasso di riempimento dei voli del 77,6%, in crescita di 1 punto percentuale rispetto allo stesso periodo del 2013. Nel periodo, la crescita di traffico più marcata si è registrata sulle direttrici internazionali (Europa e Medio Oriente), con un +9% di passeggeri rispetto al primo trimestre 2013 e con un picco di +14% di viaggiatori sulle rotte internazionali da e per Roma Fiumicino. Sul comparto nazionale, che risente ancora della contrazione del traffico legata alla criticità dello scenario macroeconomico italiano, Alitalia ha saputo gestire con efficacia la capacità dei propri voli nazionali, concludendo il trimestre con una crescita del load factor di 2,1 punti percentuali (da 63,4% del 2013 a 65,5% del 2014).

Fra gennaio e marzo 2014, Milano Linate è stato l’aeroporto con la maggiore crescita di passeggeri trasportati sui voli domestici (+12,1% vs. gennaio-marzo 2013). Sulla rotta Roma Fiumicino - Milano Linate si evidenzia, nel periodo, un +1% di passeggeri e 2,4 punti percentuali in più di load factor. Anche le rotte della continuità territoriale della Sardegna su cui opera Alitalia (Roma-Cagliari, Milano-Cagliari e Milano-Alghero) hanno registrato ottime performance con oltre 250 mila passeggeri trasportati fra gennaio e marzo 2014. Alitalia, inoltre, ha trasportato nel 2013 complessivamente 23.993.486 passeggeri, confermando la prima posizione tra i vettori che operano in Italia.

Le performance operative di Alitalia (puntualità e regolarità) mantengono livelli di eccellenza anche a marzo 2014. Nel mese, la puntualità A15 - ovvero il numero dei voli atterrati entro 15 minuti dall’orario di arrivo previsto - ha raggiunto un valore del 92,3%, con un incremento di 5 punti percentuali rispetto a marzo 2013 quando la puntualità si attestava al 87,3%. L’indice di regolarità, pari al 99,9% - ovvero il numero di voli operati sul totale dei voli in programma - ha registrato una crescita di 0,2 punti percentuali rispetto a marzo 2013 quando la regolarità si attestava al 99,7%.

(Ufficio Stampa Alitalia)

Articolo scritto da JT8D il 15 Apr 2014 alle 5:32 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze - Tags:


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus