DOHA STA PER DIVENTARE LA DESTINAZIONE PIU’ COLLEGATA DEL NETWORK EMIRATES

Doha sta per diventare la destinazione più servita da Emirates, rientrando nell’incremento dei voli che Emirates metterà in atto in tutto il Medio Oriente a partire dal 1° dicembre. La capitale del Qatar, Bahrain, Muscat e Kuwait, riceveranno un volo giornaliero in più, portando a 28 voli l’offerta regionale della compagnia aerea e a 276 il numero totale di partenze settimanali da Dubai verso il Medio Oriente. Aumentando da 6 a 7 i voli giornalieri, Doha diventerà la rotta di Emirates a più alta frequenza, sorpassando Bangkok e posizionandosi davanti a Singapore e a Londra Heathrow. Muscat passerà da due a tre voli giornalieri, Bahrain da tre a quattro voli giornalieri ed il Kuwait da cinque a sei voli giornalieri. “Questo è un miglioramento significativo dei nostri servizi nella regione, dando così ai nostri clienti maggiore scelta e convenienza”, ha detto lo sceicco Majid Al Mualla, Divisional Senior Vice President, Commercial Operations Centre di Emirates. “Con sette voli giornalieri in entrata verso Doha, nessun altro luogo della rete Emirates offrirà un numero così alto di voli giornalieri. Questo supera Bangkok e si posiziona davanti a Singapore e a Londra Heathrow”.

Oltre a Doha, Muscat, Bahrain e il Kuwait, con 276 partenze settimanali della compagnia verso le destinazioni delle regioni del Golfo, del Medio Oriente e dell’Iran (GMEI), la compagnia aerea copre anche il Regno dell’Arabia Saudita (KSA), l’Iraq, l’Iran, la Giordania, il Libano e lo Yemen. Le rotte sono supportate da una combinazione di Boeing e Airbus. L’aereo più popolare della compagnia, l’A380, è attualmente impegnato nella rotta per Jeddah in Arabia Saudita. Il 16 luglio il Kuwait diventerà la seconda destinazione della regione servita dall’A380 di Emirates, un impegno che segna anche i 25 anni di servizio nel paese.

(Ufficio Stampa Emirates)

Articolo scritto da JT8D il 2 Lug 2014 alle 6:20 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: , , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus