EASYJET: ACCORDO CON NICARNICA AVIATION PER L’INIZIO DELLA FASE DI PRODUZIONE DI AVOID

easyJet ha annunciato l’accordo tra Nicarnica Aviation e Elbit Systems per incorporare la tecnologia di rilevamento delle ceneri AVOID nei sistemi di navigazione dei suoi aerei. La produzione inizierà nel 2015 e easyJet mira ad installare la prima unità su uno dei suoi aerei e a essere la prima Compagnia equipaggiata con il sistema di rilevamento delle ceneri vulcaniche. Lo sviluppo di tale applicazione rientra nel più ampio programma portato avanti da easyJet che prevede l’implementazione di nuove tecnologie per il miglioramento dell’accuratezza e della gestione delle informazioni sia durante il volo che a terra. Ian Davies, Engineering Director di easyJet, dichiara: “Questo accordo rappresenta un significativo passo in avanti nel portare questa tecnologia da una fase di progettazione ad un utilizzo concreto. easyJet ha sostenuto lo sviluppo di questa tecnologia innovativa dal 2010, anno dell’ eruzione vulcanica in Islanda che ha portato ad una temporanea paralisi dell’aviazione in Europa. Siamo lieti di essere la prima compagnia aerea che adotterà questa tecnologia sui propri aerei”.

Fred Prata, Chief Technical Officer, Nicarnica Aviation e inventore della tecnologia, afferma: “Un significativo passo avanti è stato fatto realizzando la prima offerta commerciale del sistema AVOID per la flotta di aerei easyJet. La relazione tra Nicarnica Aviation e Elbit Systems, importante fornitore di prodotti per l’industria dell’aviazione, assicura che il sistema AVOID sarà conforme alle norme del settore e ne accelererà il suo sviluppo commerciale. L’integrazione sugli aerei è l’ultima sfida tecnica e ci aspettiamo di vedere, in un futuro molto prossimo, il primo aereo easyJet equipaggiato con il sistema”.

AVOID può essere paragonato a un radar meteorologico per l’identificazione delle ceneri. Creato dal dottor Fred Prata di Nicarnica Aviation, il sistema utilizza una tecnologia a infrarossi adattata ad essere installata sugli aeromobili per fornire immagini ai piloti e al centro di controllo operativo della Compagnia. Le immagini consentiranno ai piloti di vedere nubi di cenere fino a 100 km davanti al velivolo e ad altitudini comprese tra 5.000 e 50.000 piedi, permettendo loro di fare piccoli aggiustamenti della rotta al fine di poterle evitare. Il concetto è molto simile a quello dei radar meteo che oggi sono di serie sugli aeromobili commerciali. Le informazioni raccolte in volo dalla tecnologia AVOID potranno essere usate per elaborare in tempo reale un’accurata immagine della nuvola di ceneri vulcaniche. Tale rielaborazione permetterà di poter mantenere aperte vaste aree di spazio aereo altrimenti preventivamente chiuse durante le eruzioni vulcaniche, minimizzando i disagi per i passeggeri. La tecnologia è stata testata da Airbus lo scorso novembre attraverso un particolare esperimento che ha permesso di creare una nuvola artificiale di cenere vulcanica.

(Ufficio Stampa easyJet)

Articolo scritto da JT8D il 25 Lug 2014 alle 12:50 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze, Industria - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus