ENAC OSPITA IL WORKSHOP ECAC-ACI EUROPE SULLA QUALITA’ DELL’ASSISTENZA AI PASSEGGERI A MOBILITA’ RIDOTTA

Nella giornata di oggi, 10 settembre, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile ha ospitato presso la propria Direzione Generale il workshop sulla qualità dei diritti dei passeggeri a mobilità ridotta (PRM) organizzato da ECAC, European Civil Aviation Conference, organismo paneuropeo che riunisce 44 Paesi membri e che fa parte dell’ICAO, e da ACI Europe, associazione composta da oltre 450 aeroporti di 44 Paesi europei. Il seminario è stato organizzato per condividere i temi finalizzati alla realizzazione di un monitoraggio sulle assistenze fornite ai passeggeri con disabilità e a mobilità ridotta, sia dal punto di vista degli operatori, sia in base alla percezione delle persone che ne usufruiscono. L’obiettivo è quello di individuare le pratiche migliori per garantire un servizio con livelli elevati di qualità, identificando, al contempo, le aree di criticità su cui intervenire.

L’ENAC, che per l’Italia è l’organismo responsabile della corretta applicazione dei Regolamenti comunitari 261 del 2004 e 1107 del 2006, relativi rispettivamente alle tutele previste in caso di disservizi nel trasporto aereo e ai diritti dei passeggeri a mobilità ridotta, e che ha anche il potere di irrogare sanzioni amministrative nei confronti dei soggetti inadempienti, ha ospitato l’evento presso la propria sede centrale. L’Ente, peraltro, oltre a ricoprire un ruolo particolarmente attivo nella tutela dei passeggeri, ha anche la presidenza del gruppo che in ambito ECAC si occupa proprio dei diritti delle persone con disabilità che utilizzano il mezzo aereo. Il Direttore Generale dell’ENAC Alessio Quaranta ha commentato l’iniziativa evidenziando il ruolo dell’Ente: “È dal 2001, con la pubblicazione della prima Carta dei Diritti del Passeggero, che l’ENAC dedica una grande attenzione alla tutela dei diritti e alla qualità dei servizi resi all’utente, con l’obiettivo di rendere i passeggeri del trasporto aereo più informati e consapevoli. Ci auguriamo che il percorso verso la consapevolezza sia accelerato anche per le persone con disabilità o a mobilità ridotta in modo che possano usufruire, al pari degli altri passeggeri, del proprio diritto alla mobilità, ricorrendo anche alle forme di tutela e supporto previste dai regolamenti comunitari”.

Al workshop ECAC - ACI Europe per l’ENAC è intervenuto il Direttore Centrale Coordinamento Aeroporti, Giuseppe Daniele Carrabba che ha presentato una relazione incentrata sull’identificazione dei trend nei reclami ricevuti che, peraltro, risultano essere, a livello statistico, numericamente insignificanti. A fronte, infatti, di più di 1.000.000 di assistenze PRM registrate negli aeroporti nazionali nell’arco di 18 mesi (durante il 2013 e nei primi sei mesi del 2014), sono stati solo 46 i reclami ricevuti e gestiti all’ENAC, essenzialmente per mancata assistenza e per negato imbarco. Rimane elevato, invece, come emerge dalla relazione dell’ENAC, il livello delle assistenze non prenotate negli aeroporti italiani, situazione che costituisce, tuttavia, un problema per gli operatori in termini di ripercussione negativa sulla qualità dei servizi erogati. La persona che non ha manifestato preventivamente la propria richiesta di assistenza si inserisce, infatti, in un complesso quadro di programmazione delle risorse umane e dei mezzi, che vanno ad impattare sugli standard di qualità generale degli operatori del settore.

Infine l’ing. Carrabba ha voluto porre l’accento su come, oltre a migliorare i servizi, sia diventato necessario da parte di tutti gli attori del settore, uno sforzo maggiore per eliminare barriere culturali e materiali che tuttora si frappongono alla concreta realizzazione della libertà di movimento per i passeggeri a mobilità ridotta. Durante la giornata di lavori sono intervenuti come relatori e moderatori: Giuseppe Daniele Carrabba, Direttore Centrale Coordinamento Aeroporti ENAC; Maria Teresa Antunes, autorità aviazione civile del Portogallo; Cinzia Mariani, ENAC e responsabile gruppo ECAC sui diritti dei passeggeri a ridotta mobilità PRM; James Fremantle, autorità aviazione civile Regno Unito; Giorgio Medici e Federico Bonaudi di ACI Europe; Caterina Funari, AEA, associazione europea compagnie aeree; Luisa Bosisio Fazzi, EDF Forum Europeo della Disabilità; Jean-Louis Colson, Commissione Europea, DG MOVE.

(Ufficio Stampa ENAC)

Articolo scritto da JT8D il 10 Set 2014 alle 5:18 pm.
Categorie: Enti e Istituzioni - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus