ENAC PUBBLICA LA CIRCOLARE CON PIANO PER ASSISTENZA ALLE VITTIME DI INCIDENTI AEREI E AI LORO FAMILIARI

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto di aver firmato il giorno 8 ottobre 2014, nel 13° anniversario del tragico incidente di Linate del 2001, una Circolare denominata “GEN-05 Piano assistenza alle vittime di incidenti aerei e ai loro familiari”. Il documento è pubblicato da oggi sul portale dell’Ente www.enac.gov.it. L’ENAC ne dà notizia nel corso del Convegno internazionale “Sicurezza del volo e Diritti dei Passeggeri: Sviluppi futuri” organizzato nei giorni 21 e 22 ottobre, a Milano, dalla Fondazione 8 Ottobre 2001 - Per non dimenticare, dal Comune di Milano e dal Centro Studi Demetra. La Circolare, sulla base della quale l’ENAC approverà i Crisis Manual dei vettori nazionali verificandone i contenuti per la parte relativa all’assistenza, si prefigge, in linea con le previsioni regolamentari internazionali ed europee di riferimento e, in particolare, con l’articolo 21 del Regolamento UE n. 996/2010, lo scopo di dare attuazione all’assistenza delle persone coinvolte in un incidente aereo.

Nelle fasi della preparazione del documento vi è stata una forte e proficua collaborazione con la Fondazione 8 Ottobre 2001 - Per non dimenticare. L’Ente ha coinvolto nella definizione della Circolare anche i rappresentanti delle compagnie aeree italiane e i gestori degli aeroporti nazionali. Per l’ENAC hanno partecipato al convegno di Milano il Presidente Vito Riggio che ieri, in apertura dei lavori ha portato i saluti dell’ENAC e ha sottolineato il continuo impegno sul tema della sicurezza quale priorità nelle attività dell’Ente, il Direttore Generale Alessio Quaranta e il Direttore Centrale Coordinamento Aeroporti Daniele Giuseppe Carrabba, che sono intervenuti oggi.

La relazione del Direttore Generale Alessio Quaranta ha riguardato in particolare il ruolo di riferimento nazionale e internazionale che ricopre l’ENAC nella gestione delle emergenze e delle situazioni di crisi che coinvolgono il trasporto aereo. Il Direttore, inoltre, ha anche presentato l’opuscolo informativo elaborato dall’ENAC, appendice della Circolare stessa, sui diritti delle vittime e dei loro familiari, una guida fruibile e facilmente consultabile, redatta sia in italiano, sia in inglese. L’ENAC è una delle prime autorità del settore a realizzare un compendio affinché le vittime di incidente aereo e i loro familiari siano a conoscenza dei diritti che gli spettano in tali circostanze. L’opuscolo verrà distribuito dalle società di gestione aeroportuale e dall’ENAC presso i singoli scali in caso di incidente aereo con vittime.

I temi contenuti nell’opuscolo sono essenzialmente di natura pratica. Sono riportate, ad esempio, le informazioni sulla responsabilità del vettore aereo in caso di incidente aereo, sull’obbligo dell’anticipo monetario in capo al vettore aereo, sul diritto a ricevere consulenza e supporto psicologico da professionisti qualificati, sulla tutela in termini di privacy e sicurezza e altre indicazioni. Sull’opuscolo sono riportati anche dei riferimenti utili come il Numero Verde gratuito dell’Ente per chi chiama dall’Italia e il numero per le chiamate dall’estero, oltre all’indirizzo e-mail della Sala Crisi dell’ENAC.

Il Direttore Quaranta nel suo intervento evidenzia: “L’incidente aereo è un evento inaspettato e improvviso e, indipendentemente dalla sua natura, di safety o di security, è un avvenimento che oltre ad attirare l’attenzione mediatica, cattura emotivamente l’interesse dell’opinione pubblica, coinvolge e fa immedesimare le persone forse più degli altri incidenti di grave entità. L’ENAC intende rendere lineare l’approccio alle tutele e ai diritti che vanno doverosamente e con chiarezza riservati a tutte le persone coinvolte. Anche l’immagine delle due mani e il logo scelto per l’opuscolo rappresentano l’intenzione di accompagnare e sostenere le persone coinvolte in un momento estremamente difficile”.

I contenuti della Circolare, invece, sono stati presentati nel dettaglio da Daniele Giuseppe Carrabba, Direttore Centrale Coordinamento Aeroporti dell’ENAC. Il documento, in armonia con quanto descritto nelle raccomandazioni dell’ICAO - International Civil Aviation Organization - vuole fornire un’adeguata risposta, in caso di incidente aereo, alle vittime e ai loro familiari, assicurando, in primo luogo, il coordinamento tra gli attori interessati alla predisposizione delle misure di assistenza previste. L’obiettivo è quello di garantire un’informazione semplice, diretta e tempestiva circa l’evento e assicurare che venga fornito un sostegno materiale e psicologico alle persone coinvolte.

(Ufficio Stampa ENAC)

Articolo scritto da JT8D il 22 Ott 2014 alle 5:22 pm.
Categorie: Enti e Istituzioni - Tags: ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus