EMIRATES EFFETTUA IL 3C-CHECK SUL SUO PRIMO A380

Emirates Engineering ha segnato un’altra pietra miliare effettuando il primo 3C-Check su un A380, una revisione profonda che ha ripristinato il primo A380 della compagnia in condizioni praticamente come nuove. In un’operazione durata 55 giorni, due squadre di tecnici altamente specializzati hanno tolto i rivestimenti interni del velivolo fino ad arrivare al metallo della fusoliera, hanno ispezionato e revisionato ogni singola parte, per poi rimettere insieme i vari componenti. “L’intero check è meticolosamente progettato per non lasciare spazio ai ritardi. La messa a terra di un aereo per così tanto tempo è una spesa enorme, significa che i nostri team di ingegneri non solo devono lavorare in modo estremamente efficiente, ma anche con uno standard superiore”, ha detto Colin Disspain, Vice President of Base Engineering Base, Emirates.

“Qui a Dubai, operiamo gli aeromobili in alcune delle condizioni più difficili del mondo, tra cui temperature elevate e un ambiente con molta sabbia. Ciò richiede ad Emirates di incrementare gli standard di manutenzione per la nostra situazione specifica. Ad esempio, le parti devono spesso essere cambiate invece che pulite, per conseguire il nostro alto livello di qualità e precisione”. Il check si è concluso con un rigoroso volo di prova prima della rimessa in servizio regolare. “L’aereo è stato completamente revisionato nel corso del suo 3C-Check, riportandolo in ottime condizioni, così come originariamente ha lasciato la fabbrica. E’ come avere di nuovo un nuovo A380″, conclude Disspain.

Emirates è stata la prima compagnia aerea ad effettuare un ordine per l’A380, ed è oggi il più grande operatore al mondo di questo aereo. Il primo A380 della compagnia aerea (registrazione EDA - Echo Delta Alpha) è stato consegnato nel giugno 2008 e ha effettuato il volo inaugurale dell’A380 Emirates, da Dubai a New York.

Ore di volo, atterraggi e età determinano la data di scadenza per un 3C-Check. In questo caso Echo Delta Alpha aveva volato ben 20 milioni di km, l’equivalente di quasi 27 viaggi di andata e ritorno sulla luna. Ha completato oltre 3.000 decolli e atterraggi, trasportando più di 1,2 milioni di passeggeri in modo sicuro in tutto il mondo. Mesi di pianificazione meticolosa hanno portato fino al C-Check su Echo Delta Alpha; anche se il team di ingegneri ha eseguito centinaia di C-Check su diversi aerei della flotta Emirates, questo controllo è stato fuori dall’ordinario semplicemente a causa delle grandi dimensioni dell’A380. Operato fino a poche ore prima del check, Echo Delta Alpha è stato rimorchiato in uno degli hangar Emirates Engineering presso l’aeroporto di Dubai. Costruito appositamente per l’A380, ogni hangar è grande come due campi da calcio.

Nei primi 12 giorni di controllo, oltre 1.600 pezzi sono stati rimossi dall’interno della cabina, tra cui 475 sedili Economy e Business Class, 14 First Class private suites, 16 galleys, 2 bar, 2 docce, floor panels e parte del cockpit. Ogni parte è stata ispezionata e, se necessario, sostituita. Una parte importante dell’operazione è stata la rimozione dei piloni che collegano i motori con l’ala dell’aereo. Le ultime due settimane sono state dedicate a rimettere al loro posto i vari componenti. Echo Delta Alpha è uno dei 232 aerei della flotta di Emirates, tra cui 55 A380.

(Ufficio Stampa Emirates)

Articolo scritto da JT8D il 13 Nov 2014 alle 4:59 pm.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus