EUROFIGHTER E NETMA ESPRIMONO SODDISFAZIONE PER I RECENTI INCONTRI MINISTERIALI

I rappresentanti del consorzio Eurofighter Typhoon hanno espresso la propria soddisfazione per gli incontri, che si sono svolti nei giorni 18 e 19 novembre in Scozia, tra i Ministeri della Difesa delle quattro nazioni partner sul futuro del programma Eurofighter. I temi affrontati hanno incluso la necessità di sostenere le competenze industriarli dei paesi partner, lo sviluppo ulteriore delle capacità del sistema d’arma e il mantenimento della competitività del velivolo sui mercati esteri. La due giorni è stata anche l’occasione per la firma del contratto da 1 miliardo di euro per il completamento dello sviluppo del radar a scansione elettronica.

Alberto Gutierrez, CEO di Eurofighter Jagdflugzeug GmbH, ha dichiarato: “Senza dubbio il comparto aerospaziale dell’industria della difesa europea è a un bivio. Ci stiamo impegnando per apportare i cambiamenti necessari a sviluppare le competenze e le capacità nazionali di cui abbiamo bisogno per continuare a sostenere questo importante sistema di difesa e a rafforzarne le capacità operative”, aggiungendo “trent’anni fa, quando è nato il programma Eurofighter, un gruppo di persone particolarmente coraggiose hanno deciso di rischiare investendo nel più grande programma di difesa mai concepito in Europa. In quel momento hanno dato vita a un’iniziativa che ha prodotto migliaia di posti di lavoro, sviluppato un’ampia gamma di nuove tecnologie e competenze specialistiche e che ha garantito all’Europa decenni di vantaggio competitivo. I cambiamenti che stiamo introducendo oggi sosterranno ulteriormente questa eredità”.

Il vice Maresciallo dell’Aeronautica Graham Farnell, Direttore Generale di NETMA, l’agenzia NATO che gestisce l’Eurofighter e il Tornado, ha dichiarato: “Il Tornado e l’Eurofighter sono stati la spina dorsale del potere aereo europeo per decenni e il Typhoon continuerà ad esserlo negli anni a venire. Dobbiamo quindi proseguire a investire nelle capacità di cui abbiamo bisogno. Sono positivamente impressionato dalla qualità del dialogo che si è tenuto in questi due giorni a Edimburgo, che ci ha aiutato a definire le linee guida degli investimenti futuri, nella consapevolezza delle continue pressioni a cui sono soggetti i budget della difesa nazionali”.

Durante l’incontro, che ha coinvolto i Ministeri della Difesa britannico, tedesco, italiano e spagnolo insieme a rappresentanti di NETMA e dell’industria, si è discusso dei piani di investimento per il programma. I rappresentanti dell’industria hanno presentato proposte per il miglioramento dell’efficienza e delle prestazioni del programma e per la riduzione dei tempi di consegna. Alberto Gutierrez ha commentato: “Abbiamo identificato concrete aree di miglioramento e siamo pronti a lavorare con i nostri clienti per assicurare che questi obiettivi vengano raggiunti, nella consapevolezza che ciò richiede alcuni cambiamenti, una visione definita e l’impegno di tutte le parti coinvolte. Credo fermamente che dobbiamo continuare a investire nell’industria della difesa europea per garantire un supporto strategico di lungo termine a questo importante sistema”.

(Ufficio Stampa Eurofighter)

Articolo scritto da JT8D il 24 Nov 2014 alle 6:32 pm.
Categorie: Enti e Istituzioni, Industria - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus