GMF AIRBUS: LA FLOTTA CHE OPERA NELLA REGIONE AUSTRALIA SUD PACIFICO QUASI RADDOPPIERA’ ENTRO IL 2033

La flotta di aerei passeggeri che serve la regione Australia Sud Pacifico crescerà dai circa 700 aerei di oggi a oltre 1.200 aerei entro il 2033, con un raddoppio del numero di aeromobili widebody. Con una crescita dell’aviazione paragonabile ad altri mercati maturi come Nord America e Europa, la regione ha la propensione pro-capite più alta al mondo per viaggiare. Il Global Market Forecast (GMF) Airbus mostra che il traffico internazionale che serve la regione Australia Sud Pacifico crescerà annualmente del 4,5%. Il traffico da e per i mercati in via di sviluppo crescerà ancora più rapidamente, con il traffico verso l’Asia in crescita del 5,1%, America Latina del 6,2%, Africa del 6,3% e Medio Oriente del 5,4%, tutti ben al di sopra della media mondiale (4,7%).

Mentre la flotta che serve la regione aumenterà del 70%, gli aeromobili widebody saranno più che raddoppiati, dai 290 di oggi a oltre 640 entro il 2033. In 20 anni, la flotta passeggeri che serve la regione aumenterà di quasi 500 aerei (146 single aisle come l’ A320 e A320neo e 353 widebody da 250 a oltre 500 posti, come l’A330, A330neo, A350 XWB e l’A380). A livello globale, nei prossimi 20 anni (2014-2033), secondo l’Airbus Global Market Forecast il traffico passeggeri crescerà annualmente del 4,7%, con un fabbisogno intorno ai 31.400 nuovi aerei passeggeri e cargo (100 posti e oltre) La flotta passeggeri e cargo aumenterà dai 18.500 aeromobili di oggi a 37.500 entro il 2033, un incremento di quasi 19.000 aerei. Circa 12.400 aeromobili più vecchi e meno efficienti saranno ritirati.

(Ufficio Stampa Airbus)

Articolo scritto da JT8D il 28 Apr 2015 alle 7:35 pm.
Categorie: Industria - Tags: , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus