EASYJET ANNUNCIA UN PIANO DI ESPANSIONE A MALPENSA, NAPOLI E VENEZIA, E UNA RIDUZIONE DEI SERVIZI A FIUMICINO

easyJet annuncia oggi il rafforzamento della strategia in Italia, attraverso un piano di espansione che coinvolge le basi di Milano Malpensa, Napoli e l’apertura di una nuova base a Venezia da aprile 2016. La compagnia supporterà tale piano ridistribuendo gli aeromobili e gli equipaggi attualmente basati a Roma Fiumicino. Carolyn McCall, CEO di easyJet, ha delineato i piani della compagnia: “L’Italia è un mercato strategico per easyJet e i nostri piani per il 2016, annunciati oggi, ci consentiranno di aumentare la nostra presenza a Milano, Napoli e Venezia, aree in cui riteniamo ci siano maggiori opportunità di crescita sostenibile di lungo periodo. Continueremo ad assicurare collegamenti tra Roma Fiumicino e il nostro network Europeo, in una modalità più in linea con le esigenze dei nostri passeggeri.

Milano, Napoli e Venezia rappresentano i poli economici di importanti regioni italiane e presentano elevati livelli di domanda sia in termini di traffico di affari, sia di vacanza. Analogamente, ciascuna è al contempo un’attraente meta di destinazione, con necessità di maggiori collegamenti verso l’Europa. La nostra espansione in questi aeroporti consentirà la creazione di migliaia di posti di lavoro diretti ed indiretti in ciascuna delle tre regioni e contribuirà a rafforzare ulteriormente la posizione di easyJet come prima compagnia per dimensione di investimento, offrendo ai nostri passeggeri una rete di collegamenti europei sempre più attraente. In un periodo ricco di opportunità di crescita profittevoli per easyJet in Europa, stiamo continuando a effettuare investimenti significativi in Italia attraverso un percorso di crescita costante anche in termini di creazione di posti di lavoro. Saranno 29 gli aeromobili allocati nelle basi Italiane, e più di 1.000 le persone impiegate tra equipaggi e staff”.

easyJet aprirà una base all’Aeroporto Marco Polo di Venezia da aprile 2016. Con 4 aeromobili Airbus A319/A320 basati, easyJet darà impulso allo sviluppo dell’economia locale creando 150 posti di lavoro. Venezia è storicamente un mercato chiave per easyJet, con il primo volo inaugurato nel 1998. I passeggeri che hanno scelto easyJet per volare da e per Venezia sono aumentati a un tasso medio annuo del 15% negli ultimi 5 anni (CAGR 2009-2014). easyJet connette attualmente Venezia con 15 aeroporti principali in Europa, come Londra Gatwick, Amsterdam Schiphol e Parigi Charles de Gaulle, ed è la prima compagnia per dimensione d’investimento all’aeroporto Marco Polo. Oltre a essere una delle principali destinazioni turistiche mondiali, la regione rappresenta uno dei principali poli economici italiani. Un terzo dei passeggeri easyJet a Venezia – pari a 1,6 milioni l’anno – sceglie la Compagnia per i propri viaggi d’affari. I 4 aeromobili basati a Venezia offriranno la possibilità di scegliere tra una più ampia rete di collegamenti a orari migliori, per consentire anche i viaggi in giornata e in questo modo supportare lo sviluppo dell’interscambio tra la regione ed il resto dell’Europa.

Milano Malpensa è la più grande base di easyJet nell’Europa continentale con 18 aeromobili basati. L’investimento incrementale prevede ulteriori 3 aeroplani da aprile 2016 e un aumento dell’occupazione diretta locale pari a oltre 100 nuovi posti di lavoro per piloti ed equipaggi. Questa operazione consoliderà ulteriormente la posizione di leadership di easyJet a Milano Malpensa, offrendo una più ampia rete di collegamenti alla più ricca area metropolitana d’Italia, in cui vivono oltre 9 milioni di persone.

easyJet ha inaugurato la base di Napoli nel 2014 ed è ad oggi la prima compagnia per dimensione di investimento all’Aeroporto Capodichino, punto di accesso alla terza città più popolosa d’Italia, nonché la più grande dell’Italia Meridionale. easyJet ha attualmente tre aerei basati a Napoli e da aprile 2016 ne potrà schierare un quarto, creando ulteriori 35 posti di lavoro per piloti ed equipaggi. Napoli è una delle destinazioni di maggiore successo di easyJet sia come offerta turistica - il centro storico della città è stato dichiarato patrimonio dell’UNESCO – sia come importante polo industrializzato, con una rete di oltre 260.000 imprese e 2,6 milioni di passeggeri d’affari che transitano dall’Aeroporto di Napoli ogni anno.

La base di Roma Fiumicino genera ritorni inferiori alle altre basi di easyJet e i nuovi servizi e destinazioni che verranno operati successivamente alla ricollocazione degli aeromobili saranno maggiormente in linea con le esigenze dei clienti e forniranno maggiori ritorni per la Compagnia. Il peggioramento dei risultati di Roma Fiumicino deriva da elevati costi aeroportuali, più che raddoppiati dal 2012 e soggetti a ulteriori aumenti superiori ai tassi d’inflazione negli anni a venire. Inoltre l’aeroporto di Fiumicino fornisce un’esperienza di viaggio con conseguenze negative sui livelli di puntualità e soddisfazione dei clienti, all’interno di un trend in deterioramento a causa dei livelli eccessivi di crescite di capacità. A seguito di questa operazione, a partire da aprile 2016, easyJet non avrà più aeromobili ed equipaggi basati a Roma Fiumicino. Questa decisione non avrà impatto sull’occupazione poiché easyJet offrirà a tutti gli equipaggi basati a Roma un impiego presso le altre basi italiane di Milano, Napoli e Venezia. La Compagnia predisporrà inoltre piani di trasferimento individuali, con l’obiettivo che tutti possano continuare a lavorare con easyJet. easyJet conferma il proprio impegno a collegare l’Italia con il resto dell’Europa e continuerà a trasportare circa 2 milioni di passeggeri da e per Roma Fiumicino l’anno prossimo, con collegamenti dalle altre basi europee. Questa decisione non riflette in alcun modo la dedizione e l’impegno, fuori discussione, che le nostre persone e gli equipaggi di Roma hanno sempre posto nel fornire sia un’esperienza di viaggio gradevole ai clienti, sia elevati standard operativi.

easyJet ha anche annunciato l’apertura di una nuova base a Barcellona da febbraio 2016, con tre aerei Airbus basati all’aeroporto El Prat. Barcellona è sempre stato un aeroporto chiave nella rete di collegamenti di easyJet. La base consolida ulteriormente la posizione a Barcellona, con 3 milioni di passeggeri trasportati ogni anno verso 14 aeroporti europei. Grazie agli aeromobili basati i passeggeri che viaggiano per lavoro potranno beneficiare di partenze al mattino presto e di più voli verso i principali aeroporti europei, come Londra, Parigi, Ginevra e Milano.

Frances Ouseley, Direttore easyJet per l’Italia, sintetizza i piani della compagnia per il 2016: “L’apertura della base di Venezia e la crescita degli investimenti a Milano e Napoli sono una dimostrazione del forte impegno di easyJet in Italia, a fornire una scelta più ampia di viaggi e a sostenere lo sviluppo delle economie locali. La dimensione del nostro investimento in Italia e l’ampia scelta di destinazioni che easyJet offre riflette la nostra convinzione sull’importanza che riveste il Paese all’interno della strategia di easyJet. L’anno prossimo avremo 29 aeromobili basati in Italia e prevediamo di trasportare oltre 15 milioni di passeggeri sul network europeo migliore del Paese, offrendo un portafoglio di oltre 170 destinazioni. Siamo impegnati ad avere un ruolo di primaria importanza in Italia, un mercato ormai estremamente dinamico, e di conseguenza dobbiamo essere agili e flessibili nel cogliere nuove opportunità di investimento, in grado di generare benefici per le economie locali, i clienti e gli azionisti”.

(Ufficio Stampa easyJet)

Articolo scritto da JT8D il 18 Giu 2015 alle 5:09 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: , , , , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus