BOEING E L’INDUSTRIA AERONAUTICA GIAPPONESE SVELANO LA “BIOFUEL ROADMAP” VERSO LE OLIMPIADI 2020

Boeing e il settore aeronautico giapponese hanno tracciato un percorso per lo sviluppo di biocarburanti sostenibili per l’aviazione durante i Giochi Olimpici e Paraolimpici di Tokyo 2020, quando milioni di persone si prevede che visiteranno il Giappone. L’ Initiatives for Next Generation Aviation Fuels (INAF), un consorzio di 46 organizzazioni che include Boeing, ANA (All Nippon Airways), Japan Airlines, Nippon Cargo Airlines, membri del governo giapponese e l’ University of Tokyo, ha sviluppato una “roadmap” quinquennale per sviluppare biocarburanti entro il 2020, in modo da ridurre l’impatto ambientale del trasporto aereo.

“Boeing è orgogliosa di lavorare con il settore aeronautico del Giappone, compresi i clienti e il governo giapponese, per raggiungere i loro obiettivi ambiziosi per lo sviluppo di biocarburanti sostenibili per l’ aviazione”, ha dichiarato George Maffeo, president, Boeing Japan. “Sulla base dei nostri rapporti di lunga data con il Giappone, ci siamo impegnati a contribuire a ridurre le emissioni di carbonio del trasporto aereo e la sua dipendenza dai combustibili fossili”.

INAF ha detto che le Olimpiadi e Paralimpiadi sono “l’occasione ideale” per il Giappone e le sue compagnie aeree per mostrare il loro impegno ambientale. “Lo sviluppo e l’utilizzo di biocarburante sostenibile per l’aviazione è un modo eccellente per il Giappone per mostrare il suo impegno per l’ambiente e le tecnologie in grado di ridurre l’impatto ambientale del trasporto aereo”, ha detto Shinji Suzuki, Professor of Aeronautics and Astronautics, University of Tokyo. “E, come la nuova ‘roadmap’ per il biofuel indica, il Giappone è pronto ad accelerare lo sviluppo e l’uso di carburanti sostenibili per l’aviazione dalle Olimpiadi del 2020″.

Tra le conclusioni della relazione, l’industria, il governo e il mondo accademico in Giappone dovranno collaborare per promuovere l’introduzione di biocarburanti sostenibili per l’aviazione, per sostenere la sicurezza energetica del Giappone e ridurre le emissioni di gas serra del trasporto aereo. Le materie prime potenziali che potrebbero essere utilizzate per la produzione di biocarburante in Giappone comprendono rifiuti solidi urbani, oli vegetali e grassi animali, olio da cucina usato, alghe, biomassa cellulosica e residui provenienti dall’ industria del legno. Gli incentivi politici che promuovono l’introduzione di carburanti per l’aviazione di nuova generazione sono un prerequisito per il successo nell’utilizzo dei biocarburanti per l’aviazione.

INAF è stata fondata nel maggio 2014, con l’obiettivo di creare una catena di approvvigionamento per aviation fuel di nuova generazione in Giappone. Il suo processo di roadmap valuta l’intera filiera dei biocarburanti, tra cui l’approvvigionamento di materie prime, la produzione di carburante sostenibile per aerei, la miscelazione di biocarburanti con carburante convenzionale e come il biocarburante sarà integrato nell’ infrastruttura di rifornimento degli aeroporti. Come parte dell’impegno di Boeing per proteggere l’ambiente e sostenere a lungo termine una crescita sostenibile per l’aviazione commerciale, l’azienda ha progetti relativi ai biocarburanti attivi in sei continenti, compresi Stati Uniti, Australia, Brasile, Africa, Cina, Europa, Medio Oriente e Sud-Est asiatico.

(Ufficio Stampa Boeing)

Articolo scritto da JT8D il 10 Lug 2015 alle 4:30 pm.
Categorie: Enti e Istituzioni, Industria - Tags: , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus