RISULTATI DEL GRUPPO LUFTHANSA NEL TERZO TRIMESTRE 2015

LH GroupIl gruppo Lufthansa si avvia ad ottenere un deciso miglioramento nel risultato di esercizio. Dopo i primi nove mesi del 2015, l’Adjusted EBIT è aumentato del 71,4 per cento annuo fino a EUR 1,7 miliardi. Il significativo miglioramento nei ricavi è principalmente attribuibile al traffico estivo per ciò che riguarda il trasporto passeggeri delle compagnie del Gruppo e dal prezzo del petrolio che rimane basso. Anche le controllate Lufthansa Technik e LSG Sky Chefs hanno registrato un significativo incremento degli introiti. Sulla base di questi sviluppi, Lufthansa ha raffinato le previsioni per i risultati di esercizio a termine anno, stimando l’Adjusted EBIT tra 1,75 e 1,95 miliardi EUR. Questa previsione non include i costi per eventuali scioperi che dovessero essere posti in essere da oggi a fine anno.

I ricavi totali del Gruppo nei primi nove mesi ammontano a 24,3 miliardi di euro, +7,4% sullo scorso anno, mentre il risultato netto è pari a 1,748 miliardi di euro, +262,7% sullo stesso periodo dello scorso anno. “Siamo lieti di poter presentare questi risultati incoraggianti, che confermano che siamo sulla strada giusta, e che la nostra strategia scelta sta avendo l’effetto desiderato”, ha dichiarato Carsten Spohr, Presidente dell’Executive Board e CEO di Deutsche Lufthansa AG. “Il riassetto del gruppo Lufthansa ha portato a buoni risultati. Non c’è dubbio che il prezzo del petrolio basso ci abbia aiutato a raggiungere questi risultati, ma l’incremento dei risultati non dipende solo da questo. Abbiamo registrato un eccellente volume di passeggeri e alti load factors. Nel terzo trimestre abbiamo completato il più grande upgrade di prodotti e servizi nella storia dell’azienda, e i nostri clienti stanno usufruendo con soddisfazione questo miglioramento di qualità”.

(Ufficio stampa Lufthansa)

Articolo scritto da mcgyver79 il 29 Ott 2015 alle 11:46 am.
Categorie: Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus