DUBAI AIRSHOW 2015: BOEING CRESCE IN MEDIO ORIENTE

Boeing ha ampliato i suoi piani di crescita con l’industria aerospaziale del Medio Oriente al Dubai Airshow 2015. “Il Dubai Airshow 2015 è stato molto positivo per Boeing, abbiamo rafforzato le alleanze con i partner, assicurato ordini per aerei commerciali e incontrato i leader governativi e i clienti”, ha dichiarato Charlie Miller, vice presidente, Boeing International Corporate Communications. “Questo show è stato particolarmente importante per noi in quanto coincide con le nostre celebrazioni del Centenario. Gli accordi che abbiamo annunciato saranno di aiuto per sostenere la crescita nel nostro secondo secolo”.

Boeing ha rafforzato il suo impegno per gli Emirati Arabi Uniti tramite un Memorandum of Agreement con Dubai South, che formalizza i piani della società per stabilire il suo quartier generale in Medio Oriente nell’Aviation Disctrict della città nel 2017.

Inoltre Boeing e Tawazun Precision Industries (TPI), una controllata di Emirates Defense Industries Company (EDIC), hanno firmato un importante contratto per la produzione di complesse parti metalliche lavorate per velivoli tattici nel nuovo impianto di trattamento di TPI attualmente in costruzione ad Abu Dhabi.

Boeing ha anche annunciato una joint venture con Tata Advanced Systems per la produzione di aerostrutture e la collaborazione su opportunità di sviluppo di sistemi integrati in India. Un centro di produzione di eccellenza produrrà inizialmente aerostrutture per l’elicottero AH-64 Apache e competerà per ulteriori pacchetti di lavoro su piattaforme Boeing, sia commerciali che di difesa.

I principali annunci relativi ai clienti commerciali sono stati guidati da Jet Airways con un ordine per 75 737 MAX 8, il più grande ordine nella storia di Jet Airways. Etihad Airways ha anche esercitato le opzioni per due Boeing 777 Freighter, parte dell’ordine della compagnia aerea per 199 aeromobili annunciato nel 2013.

Il 2011 Dubai Airshow ha visto il debutto in Medio Oriente del 787 Dreamliner. Quest’anno allo show Qatar Airways ha esposto il 25° 787 della compagnia recentemente consegnato. La compagnia ha attualmente la più grande flotta 787 nella regione del Medio Oriente.

E’ stato in mostra un Boeing Stearman del 1942, che appartiene a Tracey Curtis-Taylor, che sta replicando il primo storico volo solista di una donna pilota dal Regno Unito all’Australia di 13.000 miglia attraverso 23 paesi. Boeing sta sponsorizzando l’avventura come parte delle sue celebrazioni del centenario.

Altri prodotti Boeing in mostra hanno incluso incluso un 737-800 flydubai con Boeing Sky Interior, un MV-22 Osprey, un USN P-8 Poseidon, un UAE CH-47F Chinook, un UAE AH-64 Apache, un F-15E Strike Eagle e un Maritime Surveillance Aircraft (MSA).

Al Dubai South headquarters Boeing ha collaborato con la General Civil Aviation Authority (GCAA), Emirates e Etihad Airways in uno student workshop di tre giorni che correva in parallelo all’ air show, con l’obiettivo di attrarre verso l’industria i giovani degli Emirati Arabi Uniti. “Tutti abbiamo la possibilità di plasmare il futuro, ed è per questo che Boeing investe in alta qualità con programmi di educazione”, ha detto Bernard Dunn, president, Boeing Middle East, North Africa & Turkey. “Ci auguriamo che questo programma e gli altri in cui Boeing è impegnata renderanno divertente l’apprendimento in modi nuovi e più interattivi”.

(Ufficio Stampa Boeing)

Articolo scritto da JT8D il 13 Nov 2015 alle 5:00 pm.
Categorie: Industria - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus