EMBRAER RILASCIA IL MARKET FORECAST PER IL MEDIO ORIENTE NEL SEGMENTO 70-130 POSTI

Secondo il global Embraer Market Outlook per il segmento di capacità da 70 a 130 posti nei prossimi 20 anni, rilasciato dalla Società nel mese di giugno, il mercato richiederà 6.350 nuovi aerei in questa categoria. Embraer prevede consegne di 2.250 unità nel segmento 70-90 posti e 4.100 unità nel segmento 90-130 posti. Il Medio Oriente avrà un ruolo importante nel segmento 70-130 posti. Secondo le previsioni di Embraer, pubblicate durante il Dubai Airshow, il mercato nella regione richiederà la consegna di 220 nuovi jet nel segmento 70-130 posti fino al 2034 (del valore di 10 miliardi di dollari a prezzi di listino).

Il Medio Oriente è la regione con la più rapida crescita nel mondo, con una crescita a due cifre nel corso degli ultimi 10 anni. La maggior parte della sua crescita viene da voli a lungo raggio. Tuttavia il segmento regionale ha una notevole importanza per la regione, alimentando gli hub e fornendo accesso ai mercati più piccoli. Nel 2015 il 41% dei voli intra-Medio Oriente sono partiti con meno di 120 passeggeri. Questi mercati sono ottimizzati per la famiglia E-Jet, che è riuscita a catturare una quota di mercato dell’83% nel segmento 70-130 posti. Nel 2015, Embraer festeggia 10 anni di esperienza in Medio Oriente.

“Oggi, siamo l’unico produttore di aeromobili sotto i 130 posti con una tale esperienza nella regione. Comprendere le sfide operative e avere l’esperienza per superarle richiede molto tempo e richiede molte di risorse”, ha detto Paulo Cesar Silva, Presidente e CEO di Embraer Commercial Aviation. “Embraer ha avuto successo in questi 10 anni, ma ha anche imparato molto circa le caratteristiche particolari delle attività in questa regione. Tutto questo know-how è stato molto utile nella progettazione della futura generazione di E-Jets, gli E2, oltre che per migliorare i nostri servizi”.

(Ufficio Stampa Embraer)

Articolo scritto da JT8D il 13 Nov 2015 alle 5:14 pm.
Categorie: Industria - Tags: , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus