AIR CANADA REGISTRA NEL 2015 L’UTILE PIU’ ALTO DELLA SUA STORIA

Con la chiusura del bilancio 2015, Air Canada annuncia l’utile più alto dei suoi 78 anni di attività. L’anno va in archivio a livello mondiale con la cifra record di 1 miliardo e 222 milioni di dollari canadesi di profitto, contro i 536 milioni del 2014. Un incremento storico di ben 686 milioni di dollari canadesi. Per il terzo anno consecutivo Air Canada conferma quindi un trend di fortissima crescita, battendo tutti i precedenti record economici. Il fatturato legato alle sole attività cargo e passeggeri è stato di 13 miliardi 868 milioni. L’EBITDAR (i ricavi prima degli interessi, tasse, deprezzamenti, ammortamenti e affitti) è stato di 2 miliardi e 534 milioni di dollari canadesi contro i 1.671 milioni del 2014, con un incremento di 863 milioni di dollari. Il ROIC (ritorno sul capitale investito) è stato del 18.3%, crescendo di oltre 6.2 punti rispetto al 2014. Il traffico è cresciuto del + 9.6% rispetto al 2014. Il fattore di riempimento è passato all’83.4% in media su tutto il network e su tutta la flotta.

“Numeri record che attestano Air Canada tra le compagnie aeree più solide al mondo - commenta il Direttore generale per l’Italia Umberto Solimeno -. Sono lieto di vedere confermate le mie previsioni relative al nostro profitto record e registro, con analoga soddisfazione, che in Italia Air Canada è stata altrettanto capace di sostenere questo trend di crescita a doppia cifra. Siamo orgogliosi di aver contribuito, anche se in piccola parte, alle performance di un 2015 da record. Il nostro segreto resta la qualità, un’offerta al cliente sempre aggiornata, una flotta moderna, la puntualità di tutti i nostri servizi a bordo come a terra. Un principio di efficacia e di efficienza che Air Canada ha trasformato nella propria filosofia d’azione”.

E gli investimenti non si fermano per Air Canada. La compagnia, infatti, ha appena annunciato un nuovo ordine di ben 75 aerei (45 in ordine e 30 in opzione) con Bombardier, un investimento notevole per i velivoli C 300 che rimpiazzeranno gli Embraer 190. Questo nuovo tipo di veivolo sarà utilizzato in Nord America e permetterà di avere una maggiore efficienza e minor costi, ma anche più confort per i passeggeri rispetto al precedente modello.

Quanto all’Italia, il 2015 è andato in archivio con risultati altrettanto lusinghieri. Il riempimento medio degli aeromobili partiti dall’Italia ha superato in media l’81.7% sull’intero anno, con punte di oltre il 95%. Sono stati operati dai 3 scali italiani di Malpensa, Fiumicino e Venezia oltre 1.400 voli, trasportando 305.000 passeggeri da e per il Canada. Il revenue totale è aumentato del +21% mentre il numero dei passeggeri del +11,5%. Tra i canali di vendita cresce particolarmente il trade (le agenzie di viaggio e i tour operator) registrando un aumento del +16,7%. L’online incrementa del +11%, il canale diretto del +7%. I dati 2015 italiani sono in piena sintonia con la grande esplosione del business di Air Canada a livello globale.

“Devo ringraziare tutti i nostri ospiti e la capillare rete di agenzie di viaggio, tour operator e aziende che hanno scelto di viaggiare con noi e senza i quali non avremmo mai potuto raggiungere questi traguardi - aggiunge Umberto Solimeno -. Un ringraziamento anche a tutto lo staff italiano e a tutti i nostri partner e collaboratori che hanno contribuito ad offrire e servire nel modo migliore la nostra clientela B2B e B2C. Il 2015 va in archivio molto bene per Air Canada e tutti gli indicatori fanno presagire un 2016 ancor più stimolante poiché la nostra offerta crescerà del +22% (oltre 23.000 posti in più dall’Italia) e del +11% di voli, con incrementi su Malpensa, Venezia e Roma per Toronto e Montreal”.

Ed infatti il 2016 annuncia da subito numeri in forte incremento. Saranno oltre 1.542 i voli in programma e mezzo milione i posti offerti da e per il Canada. In totale i voli dall’Italia passano da 26 a 31 settimanali, con un’offerta che cresce soprattutto nella Business e nella Premium Economy. Maggiore frequenza di collegamenti, più confort per i passeggeri, nuovi servizi a bordo e a terra. Da Venezia Air Canada aumenta le frequenze sia su Toronto (da 5 a 7 con volo che diventa giornaliero) che su Montreal (da 2 a 3 voli a settimana). I collegamenti saranno operati da Air Canada Rouge (con un B767-300 in configurazione Premium Economy e Economy Class). Partiranno nel mese di Maggio, per terminare alla fine di Ottobre 2016. Anche Milano Malpensa offrirà un volo giornaliero su Toronto, passando dalle 5 alle 7 frequenze settimanali. Il collegamento sarà operato da un A330.

Più importanti le novità per Roma Fiumicino dove arrivano nuovi aeromobili e maggiore frequenza di collegamenti. Dal 5 marzo 2016 Air Canada garantisce 7 voli settimanali per Toronto operati da un Airbus 300 nella nuova configurazione delle 3 classi (Business, Premium ed Economy). Da metà giugno a metà ottobre entrerà poi in servizio un aereo più grande, il B777 di oltre 400 posti. Sempre da Roma il volo su Montreal, con frequenza giornaliera, non sarà più servito da Air Canada Rouge (la linea smart della compagnia) ma diventa un volo operato dalla mainline con un Airbus 300 nella nuova configurazione delle 3 classi.

“Investiamo sull’Italia perché rappresenta un mercato in forte crescita - conclude Umberto Solimeno -. Con l’incremento nella frequenza dei voli per il 2016 mettiamo in campo un altro importante tassello verso il consolidamento di Air Canada in Italia. La compagnia si annovera tra le grandi linee aeree del Nord America, offrendo un eccezionale servizio sempre all’avanguardia. Dai nostri 3 aeroporti italiani colleghiamo oltre 120 destinazioni su Canada, Stati Uniti, Messico e Caraibi. Uno sforzo imprenditoriale importante che il mercato premia costantemente negli ultimi anni”.

(Ufficio Stampa Air Canada)

Articolo scritto da JT8D il 22 Feb 2016 alle 6:22 pm.
Categorie: Aeroporti / Destinazioni, Compagnie Aeree / Alleanze - Tags: , , , , , , ,


close Reblog this comment
blog comments powered by Disqus